Credito d'imposta vs. detrazione fiscale

I crediti d'imposta sono generalmente più vantaggiosi perché si applicano direttamente alle imposte dovute e riducono la bolletta fiscale. Le detrazioni fiscali, d' altro canto, riducono il reddito imponibile, il che riduce indirettamente la bolletta fiscale di un importo che dipende dalla tua fascia d'imposta. La maggior parte dei crediti d'imposta inizia gradualmente a un certo livello di reddito e potrebbe persino non essere disponibile per i redditi molto alti.

Tabella di confronto

Grafico comparativo credito d'imposta e detrazione fiscale
Credito d'imposta Detrazione fiscale
Impatto sulla bolletta fiscaleRiduce direttamente la fattura fiscale di un importo pari al credito d'imposta.Riduce indirettamente la bolletta fiscale abbassando il reddito imponibile. La riduzione della fattura fiscale è pari a una frazione dell'importo della detrazione. La frazione dipende dall'aliquota fiscale marginale del filer.
EsempiCredito d'imposta per figli e persone a carico, Credito al reddito percepito, Credito "Fai lavorare il lavoro", Credito per l'apprendimento permanente, Crediti d'imposta per l'energia verde.Interessi ipotecari per residenza principale, tasse sulla proprietà, imposte sul reddito statali, uso aziendale della casa, donazioni di beneficenza.

Cosa sono le detrazioni fiscali?

Le detrazioni fiscali riducono il reddito imponibile e sono di due tipi: detrazione standard e detrazione dettagliata. Puoi scegliere di prendere la detrazione standard ($ 5, 950 per single; $ 11, 900 per le coppie sposate) o, se le tue spese deducibili dalle tasse per l'anno sono maggiori, puoi scegliere di elencarle al tuo ritorno. In generale, la discussione sui crediti e le detrazioni fiscali riguarda le detrazioni dettagliate.

Esempi di detrazioni fiscali

Alcuni esempi delle migliori detrazioni fiscali che puoi dettagliare includono le imposte sul reddito statali, le tasse sulla proprietà, gli interessi sui mutui, le donazioni di beneficenza e l'uso commerciale della tua casa.

Cosa sono i crediti d'imposta?

I crediti d'imposta sono una riduzione diretta dell'importo dell'imposta dovuta. Sono applicati dopo che è stata calcolata l'imposta.

Crediti d'imposta per il 2012

Gli esempi includono il credito d'imposta per minori ammissibile, il credito di reddito guadagnato (EIC), il credito "Make Work Pay", il credito per l'apprendimento permanente, il credito d'imposta per il risparmio e i crediti d'imposta per l'energia verde.

Come funzionano

Per capire come funzionano le detrazioni fiscali e i crediti d'imposta e quale impatto hanno, considera questo scenario: Jack e Jill sono una coppia sposata e il loro reddito totale per il 2012 è di $ 100.000. Quindi rientrano nella fascia d'imposta sul reddito del 25%.

Detrazioni fiscali per un valore di $ 8.000 riducono il loro gettito fiscale di $ 2.000. D'altra parte, i crediti d'imposta per un valore di $ 3.000 riducono la loro fattura di $ 3.000. Ogni dollaro di un credito d'imposta riduce la fattura di $ 1, ma ogni dollaro di una detrazione fiscale riduce la fattura di 10-35 centesimi, a seconda dell'aliquota fiscale marginale.

Crediti fiscali rimborsabili vs non rimborsabili

I crediti d'imposta si presentano in due forme: rimborsabili e non rimborsabili. I crediti d'imposta rimborsabili forniscono benefici anche se non si deve alcuna imposta all'IRS. In altre parole, se devi $ 300 in tasse per un anno e ricevi $ 400 in crediti d'imposta, l'IRS ti pagherà invece $ 100.

I crediti d'imposta non rimborsabili non possono superare l'importo dell'imposta dovuta. Mentre possono ridurre il debito tassato fino a $ 0, il governo non ti dovrà mai denaro a causa di crediti d'imposta non rimborsabili.

Qualificarsi per il credito d'imposta

Di solito ci sono limiti di reddito che si applicano ai crediti d'imposta. I crediti idonei iniziano gradualmente a superare un certo livello di reddito e talvolta svaniscono del tutto per i soggetti che intendono imporre tasse elevate. Talvolta è disponibile una detrazione fiscale in alternativa al credito d'imposta e i contribuenti possono scegliere l'uno o l'altro. Ad esempio, le spese di assistenza dipendente come asilo nido o babysitter. Il credito d'imposta per i figli e le cure a carico consente ai genitori che lavorano di richiedere un credito d'imposta per una parte delle spese sostenute nell'asilo nido per i loro figli mentre lavorano. L'importo è limitato a $ 3.000 per bambino e dipende anche dal reddito annuale dei genitori. Per i redditi più alti, un'alternativa all'utilizzo di questo credito d'imposta è la creazione di un conto FSA con un massimo di $ 5.000 che può essere speso in asilo nido esente da imposte. Questa è una detrazione fiscale che riduce il reddito imponibile di $ 5.000 e aiuta a evitare le imposte sul reddito federali e statali, previdenza sociale e tasse Medicare.

Articoli Correlati