STD vs. VD

Le malattie sessualmente trasmissibili sono malattie sessualmente trasmissibili e VD sta per malattie veneree. Fino agli anni '90, le malattie sessualmente trasmissibili erano comunemente conosciute come malattie veneree: Veneris è la forma genitiva latina del nome Venere, la dea romana dell'amore.

Il termine VD non è attualmente utilizzato dalla comunità medica. Una persona può essere infettata ma potrebbe non avere una malattia, ad esempio HIV-positiva, ma non affetta da AIDS. Quindi il termine STI (infezione a trasmissione sessuale) è preferito rispetto a STD.

Le malattie sessualmente trasmissibili possono essere trasferite da qualsiasi partner maschio o femmina attraverso il contatto con sangue, sperma o altro fluido corporeo. I sintomi possono variare da irritazione ed eruzioni cutanee, a protuberanze o piaghe piene di pus, al dolore nell'area interessata.

Molte malattie infettive, tra cui raffreddore, influenza, polmonite, meningite e la maggior parte delle altre trasmesse da persona a persona, possono essere trasmesse anche durante il contatto sessuale. Tuttavia, anche se queste malattie possono essere trasmesse durante il sesso, non sono considerate malattie sessualmente trasmissibili. Una STI è un'infezione che ha una probabilità trascurabile di trasmissione con mezzi diversi dal contatto sessuale.

Prevenzione

Il modo più efficace per prevenire malattie sessualmente trasmissibili e malattie sessualmente trasmissibili è evitare il contatto con parti del corpo o fluidi che possono portare al trasferimento con un partner infetto. Si consiglia di fare sempre sesso sicuro, con un preservativo. Sebbene un preservativo sia efficace nel limitare l'esposizione, una trasmissione della malattia può verificarsi anche con un preservativo. I preservativi e i preservativi femminili forniscono protezione solo se usati correttamente come barriera e solo da e verso l'area coperta. Le aree scoperte sono ancora suscettibili a molte malattie sessualmente trasmissibili.

Sono disponibili vaccini che proteggono da alcune IST virali, come l'epatite A, l'epatite B e alcuni tipi di HPV. Si consiglia la vaccinazione prima dell'inizio del contatto sessuale per assicurare la massima protezione.

Segni e sintomi di malattie sessualmente trasmissibili

Articoli Correlati