Roe vs. Wade

Roe v. Wade, 410 US 113 (1973) è un controverso caso della Corte Suprema degli Stati Uniti che ha portato a una decisione storica relativa all'aborto. Secondo la decisione Roe, la maggior parte delle leggi contro l'aborto negli Stati Uniti violava un diritto costituzionale alla privacy ai sensi della clausola di Due Process del Quattordicesimo Emendamento. La decisione ha annullato tutte le leggi statali e federali che vietavano o limitavano l'aborto che erano incompatibili con le sue proprietà. Roe v. Wade è uno dei casi più controversi e politicamente significativi nella storia della Corte Suprema degli Stati Uniti. Il suo caso compagno meno noto, Doe v. Bolton, fu deciso allo stesso tempo.

Roe v. Wade affermava a livello centrale che una madre poteva interrompere la sua gravidanza per qualsiasi motivo, fino al "punto in cui il feto diventa" vitale "." La Corte ha definito la vitalità come potenzialmente in grado di vivere al di fuori del grembo materno, sebbene artificiale aiuto. La redditività di solito si verifica a circa sette mesi (28 settimane), ma può verificarsi prima, anche a 24 settimane. "La Corte ha anche affermato che l'aborto dopo la vitalità deve essere disponibile quando necessario per proteggere la salute di una donna, che la Corte ha definito ampiamente nella causa di Doe contro Bolton . Queste sentenze hanno influenzato le leggi in 46 stati.

La decisione Roe v. Wade ha suscitato il dibattito nazionale che continua ancora oggi. I temi discussi includono se e fino a che punto l'aborto dovrebbe essere legale, chi dovrebbe decidere la legalità dell'aborto, quali metodi dovrebbe usare la Corte Suprema nella sentenza costituzionale e quale dovrebbe essere il ruolo delle opinioni religiose e morali nella sfera politica. Roe v. Wade ha ridisegnato la politica nazionale, dividendo gran parte della nazione in campi pro-Roe (per lo più a favore della scelta) e anti-Roe (per lo più a favore della vita) e ispirando l'attivismo di base da entrambe le parti.

Articoli Correlati