Ned Lamont contro Tom Foley

Questo articolo presenta un confronto imparziale tra Ned Lamont e Tom Foley .

Ned Lamont (democratico) e Thomas C Foley (repubblicano) sono in corsa per le elezioni governative degli Stati Uniti del 2010 dallo Stato del Connecticut. Per coincidenza, entrambi avevano fatto domanda per partecipare alle elezioni del Senato degli Stati Uniti rispettivamente nel 2006 e nel 2009. Mentre Lamont perse l'attuale presidente, Foley si ritirò quando un altro membro del partito dichiarò che intendeva contestare alle elezioni.

Tabella di confronto

Ned Lamont contro la tabella comparativa di Tom Foley
Ned Lamont Tom Foley
Partito politicoDemocraticoRepubblicano
Sito web//www.nedlamont.com/about//www.tomfoley2010.com/?page_id=2
Preceduto daJoe LiebermanJames C Kenny
Sposo (s)Annie LamontLeslie Foley
Alma MaterScuola di management dell'Università di Yale della Harvard Academy di Philips ExeterPhilips Academy Harvard College & Business School
Posizione attualeProfessore, Central Connecticut State University29 ° Ambasciatore degli Stati Uniti in Irlanda
Posizione sull'assistenza sanitariaPer l'assistenza sanitaria pubblica.Per Universal Healthcare.
Posizione sull'economiaPer eliminare le agevolazioni fiscali inefficaci, creare e sostenere l'innovazione, spianare la strada a un governo più velocePiù credito e capitale per le piccole imprese
Posizione sull'energiaSupporta fonti di energia rinnovabili.Supporta fonti di energia convenzionali.
Età5658
Data di nascita3 gennaio 19541952

Politica sanitaria

La soluzione di Lamont all'aumento dei costi dell'assistenza sanitaria è una riforma fondamentale per trasferire una copertura sanitaria a prezzi accessibili da un lavoro all'altro. Ha in programma di implementare SustiNet, rendendo così il Connecticut solo il secondo stato della nazione a farlo. Questo concetto dovrebbe rallentare la crescita dei costi dell'assistenza sanitaria e aumentare l'efficienza del sistema espandendo i registri dell'assistenza sanitaria, consolidando gli acquisti con un commissario e aumentando le opzioni per migliorare la qualità.

Poiché i costi sanitari del Connecticut sono tra i più alti della nazione, Foley si impegna a ridurre i costi crescenti abbassando i mandati statali sulla copertura, incoraggiando i programmi di benessere, passando alla tenuta dei registri elettronici, consentendo le vendite interstatali di assicurazione sanitaria e incoraggiando i programmi di benessere.

Politica economica

Lamont vuole promuovere l'occupazione e la creazione di imprese. Sta lavorando per rendere il governo più veloce, raggiungere le imprese, creare e sostenere una cultura dell'innovazione, eliminare inefficaci agevolazioni fiscali, modernizzare le infrastrutture di trasporto, attaccare i costi elevati e, soprattutto, investire nella popolazione dello stato. Il suo piano è di potenziare una rete di ambasciatori per raggiungere le imprese per combattere le minacce e sfruttare le opportunità. Vuole fornire finanziamenti nelle fasi iniziali per sostenere industrie e aziende promettenti come la produzione di precisione e la biotecnologia.

A causa dell'elevato tasso di disoccupazione (oltre l'8, 5%) in Connecticut, i residenti migrano dallo stato a un ritmo scioccante. Foley intende eliminare i costosi mandati che vengono riscossi alle imprese che li costringono a lasciare lo stato. Sta lavorando per rendere lo stato favorevole agli affari e rendere meno oneroso assumere persone. È interessato a posizionare Knowledge Corridor come una risorsa nazionale che combina la forza lavoro di qualità con le migliori istituzioni e infrastrutture accademiche. Incoraggia i finanziatori a estendere ancora più credito e capitale alle piccole imprese.

Politica energetica

Ned Lamont incoraggia la tecnologia verde, spostando i trasporti dai camion ai binari, promuovendo l'efficienza energetica residenziale, lo sviluppo delle risorse energetiche locali, modernizzando la loro rete elettrica. Il suo piano è quello di educare la prossima generazione di imprenditori energetici a capitalizzare sui finanziamenti statali e federali, per abbassare le bollette dei proprietari di case e per ridurre i carichi di punta, risparmiando così bollette elettriche mensili. Intende anche modernizzare il sistema di distribuzione dell'elettricità e installare nuove tecnologie come le reti intelligenti.

Thomas Foley vuole ridurre la dipendenza del Connecticut dal petrolio straniero poiché ritiene che ciò minacci la sicurezza della nazione. Sta lavorando per l'efficienza energetica e si sta concentrando su fonti energetiche alternative, migliorando così la qualità dell'aria e promuovendo la crescita dell'occupazione. Intende capitalizzare i beni naturali dello stato: laghi, fiumi e litorale e spazi aperti. Devono essere protetti per la prossima generazione.

Vita in anticipo e carriera politica

Nato a Washington DC e cresciuto a New York, Ned Lamont è il ricco erede del partner di JP Morgan & Co, che è il suo bisnonno. Si è laureato nel 1972 alla Philips Exeter Academy. Si è laureato alla Harvard University nel 1976 e ha conseguito un Master alla Harvard Business School nel 1980. Ha iniziato la sua carriera con un piccolo giornale e poi è arrivato nel settore della televisione via cavo. È fondatore e presidente di Lamont Digital Systems.

Thomas Coleman Foley ha conseguito la laurea con lode in Economia presso la Philips Academy e l'Harvard College e un Master presso la Harvard Business School. La carriera di Foley dura 25 anni con McKinsey & Co e successivamente con Citicorp Venture Capital. Successivamente ha fondato il gruppo NTC nel 1985. Per quasi un anno ha prestato servizio in Iraq come direttore dello sviluppo del settore privato. Dal 2006 al 2009 è stato ambasciatore degli Stati Uniti in Irlanda.

Lamont vs. Foley Opinion Polls (da Wikipedia)

Lamont e Foley stanno facendo una corsa al collo. Secondo i rapporti di Rasmussen e Quinnipiac, Lamont guida Foley con un piccolo margine. I risultati delle elezioni decideranno il vincitore.

Fonte sondaggioDate somministrateNed Lamont (D)Tom Foley (R)
Rapporti Rasmussen1 giugno 201036%38%
Rapporti Rasmussen1 aprile 201037%44%
Rapporti Rasmussen1 febbraio 201040%37%
Quinnipiac14-19 gennaio 201038%36%
Polling di politica pubblica4-5 gennaio 201040%29%

Articoli Correlati