Monocot vs. Dicot

Le piante da fiore sono divise in monocot (o monocotiledoni ) e dicotiledoni (o dicotiledoni ). Questo confronto esamina le differenze morfologiche nelle foglie, negli steli, nei fiori e nei frutti di monocoti e dicotoni.

Tabella di confronto

Grafico comparativo Dicot contro Monocot
Dicot monocotiledone
EmbrioneCome suggerisce il nome, l'embrione dicot ha due cotiledoni.I monocotiledoni hanno un cotiledone nell'embrione.
Venation fogliareLe vene fogliari sono reticolate (ramificate).Le vene fogliari sono parallele.
Tipo di fogliedorsiventralisobilateral
Stomi in foglieAlcuni dicotteri sono epistomatosi, cioè hanno stomi solo su una superficie delle loro foglie.I monocot sono anfistomatosi, cioè le foglie dei monocot hanno stomi sia sulla superficie superiore che su quella inferiore.
Celle BulliformLe foglie di dicot non hanno cellule bulbose.Molti monocotri hanno cellule bulbose sulle loro foglie per regolare la perdita di acqua.
FioriPetali in multipli di quattro o cinque. Può dare frutti (se albero).Petali in multipli di tre.
Modello di radiceSistema TaprootRadici fibrose
Crescita SecondariaSpesso presenteAssente
Stelo e sistema vascolareFasci di tessuto vascolare disposti in un anello. Il sistema vascolare è diviso in una corteccia e una stele.Fasci di tessuto vascolare sparsi in tutto lo stelo senza una disposizione particolare e senza corteccia.
PollinePolline con tre solchi o pori.Polline con un solco o un poro singolo.
Presenza o assenza di legnoSia erbaceo che legnosoErbaceo
# di foglie di semi2 foglie di semi1 foglia di semi
EsempiLegumi (piselli, fagioli, lenticchie, arachidi) margherite, menta, lattuga, pomodoro e quercia sono esempi di dicotie.Grani, gigli (grano, mais, riso, miglio), narcisi, canna da zucchero, banana, palma, zenzero, cipolle, bambù, zucchero, cono, palma, banano ed erba sono esempi di piante monocotiche.

Storia della classificazione

La classificazione delle piante da fiore o delle angiosperme in due grandi gruppi fu pubblicata per la prima volta da John Ray nel 1682, e successivamente dal botanico Antoine Laurent de Jussieu nel 1789, in sostituzione delle precedenti classificazioni. Secondo questa classificazione, le piante da fiore erano divise in otto gruppi principali, il maggior numero di specie appartenenti a monocotri e dicotoni.

Cappotti di semi intorno all'embrione

Il numero di cotiledoni differisce nei due tipi di piante da fiore e costituisce la base per la classificazione principale di monocotri e dicotoni. I cotiledoni sono le foglie dei semi dell'embrione e contengono nutrimento per l'embrione fino a quando non è in grado di far crescere le foglie e produrre cibo attraverso il processo di fotosintesi. I monocot hanno solo un cotiledone mentre i dicot ne hanno due.

Una sezione trasversale del gambo tradescantia (monocot) che mostra fasci vascolari sparsi, guaina del fascio, sclerenchima ed epidermide.

Stelo Dicot vs Monocot

Il sistema vascolare nei dicotoni è diviso in corteccia e stele, ma nei monocot sono assenti queste distinte regioni.

Il sistema vascolare è sparso nei monocot, senza una disposizione particolare. Ma se dai un'occhiata alla sezione trasversale del gambo in dicotteri, scoprirai che i fasci vascolari sono costituiti da fasci primari che formano un cilindro al centro.

Fasci vascolari sparsi nello stelo monocot

Fasci vascolari disposti in cerchi concentrici nello stelo dicotico

Scarlet Star (Guzmania lingulata) è un monocot

Parti di fiori

Il numero di parti di fiori è diverso nei due gruppi. Si presentano in multipli di tre in monocoti e in multipli di quattro o cinque in dicotoni.

Differenze nelle foglie di Monocot e Dicot

Le foglie di dicotide sono dorsiventrali, cioè hanno due superfici (superficie superiore e inferiore della foglia) che differiscono l'una dall'altra per aspetto e struttura. Le foglie di monocot sono isobilaterali, cioè entrambe le superfici sembrano uguali e strutturalmente uguali e sono entrambe esposte al sole (di solito orientate verticalmente).

venazione

Le vene delle foglie sono disposte in parallelo lungo la lunghezza della foglia o in una disposizione reticolare in tutta la foglia. Nella maggior parte delle specie, le foglie monocot hanno una disposizione parallela mentre i dicotteri hanno una venatura reticolare delle foglie.

Venation parallela in una foglia monocot

Reticolare il venation in una foglia dicot

stomi

Gli stomi sono i pori presenti nell'epidermide delle foglie che facilitano lo scambio di gas, cioè il processo mediante il quale i gas si muovono passivamente per diffusione su una superficie.

Le foglie di monocot hanno stomi su entrambe le loro superfici, ma alcuni dicotteri hanno stomi su una sola superficie (di solito quella inferiore) delle loro foglie. Inoltre gli stomi nelle foglie di monocot sono disposti in file altamente ordinate, mentre i dicotteri ne hanno più di una pavimentazione folle.

Gli stomi sono delimitati da una coppia di cellule di guardia specializzate che regolano le dimensioni dell'apertura stomatica. Monocot e dicot si differenziano per il design delle celle di guardia; sono a forma di manubrio in monocotre e sembrano un paio di salsicce in dicotoni.

Celle Bulliform

Le cellule bulbose aiutano a regolare la perdita d'acqua. Sono presenti sulla superficie superiore delle foglie in alcuni monocoti. Quando l'approvvigionamento idrico è abbondante, le cellule bulbose diventano turgide e di conseguenza la foglia si raddrizza, il che espone la foglia e porta all'evaporazione dell'acqua in eccesso. Al contrario quando l'acqua scarseggia, le cellule a forma di bulliform si restringono e la foglia si arriccia e diventa meno suscettibile alla perdita di acqua attraverso l'esposizione.

I dicotteri non hanno cellule bulbose nelle loro foglie.

Polline

Esiste anche un diverso tipo di struttura pollinica nelle due classi. I monocoti si sono sviluppati da piante con un singolo poro o solco nel polline, mentre i dicotteri si sono sviluppati da piante con tre solchi nella loro struttura pollinica.

Roots

Le radici possono svilupparsi da una radicola principale o sorgere in gruppi dai nodi dello stelo, chiamati radici avventizie. È noto che i monocoti hanno radici avventizie mentre i dicotteri hanno una radicola da cui si sviluppa una radice. Un sistema di radici fibrose, con diverse radici moderatamente ramificate che crescono dallo stelo, è comune nei monocotiledoni. Al contrario, i dicotteri hanno un sistema taproot, una radice affusolata che cresce verso il basso e ha altre radici che spuntano lateralmente da esso.

Le radici fibrose si trovano comunemente nei monocotiledoni mentre i dicotteri hanno un sistema taproot.

Crescita Secondaria

La crescita secondaria si trova nei dicotoni ma è assente nei monocoti. La crescita secondaria aiuta nella produzione di legno e corteccia negli alberi.

Esempi di Monocot e Dicot

Ci sono circa 65.000 specie di monocotri. Alcuni esempi includono gigli, narcisi, cereali, canna da zucchero, banana, palma, zenzero, riso, cocco, mais e cipolle.

Esistono circa 250.000 specie di dicotteri. Gli esempi includono margherite, menta, piselli, tamarindo e mango.

eccezioni

Ci sono alcune eccezioni a questa classificazione. Alcune specie appartenenti a monocot possono avere caratteri appartenenti a dicotteri, poiché i due gruppi hanno un lignaggio condiviso.

Articoli Correlati