Mono vs. Stereo

Lo stereo (o suono stereofonico ) è la riproduzione del suono usando due o più canali audio indipendenti in un modo che crea l'impressione del suono sentito da varie direzioni, come nell'udito naturale. Mono (riproduzione audio monofonica o monofonica ) ha l'audio in un singolo canale, spesso centrato nel "campo sonoro". ie e stereo (stereofonico) sono la classificazione del suono.

Il suono stereo ha quasi completamente sostituito il mono a causa della migliore qualità audio fornita dallo stereo.

Tabella di confronto

Tabella di confronto Mono contro Stereo
Mono Stereo
Introduzione (da Wikipedia)La riproduzione del suono monofonico o monofonico deve essere ascoltata come se fosse un singolo canale del suono percepito come proveniente da una posizione.Il suono stereofonico o, più comunemente, lo stereo, è un metodo di riproduzione del suono che crea un'illusione della prospettiva udibile multidirezionale.
CostoMeno costoso per la registrazione e la riproduzionePiù costoso per la registrazione e la riproduzione
RegistrazioneFacile da registrare, richiede solo attrezzature di baseRichiede conoscenze tecniche e abilità per registrare, oltre alle attrezzature. È importante conoscere la posizione relativa degli oggetti e degli eventi.
Caratteristica fondamentaleI segnali audio vengono instradati attraverso un singolo canaleI segnali audio vengono instradati attraverso 2 o più canali per simulare la percezione di profondità / direzione, come nel mondo reale.
Sta perSuono monofonico o monofonicoSuono stereofonico
usoSistema di diffusione sonora, talk show radiofonici, apparecchi acustici, comunicazioni telefoniche e mobili, alcune stazioni radio AMFilm, televisione, lettori musicali, stazioni radio FM
canali12

applicazioni

L'audio mono è preferito nelle comunicazioni radiotelefoniche, nelle reti telefoniche e nelle stazioni radio dedicate a talk show e conversazioni, sistemi di diffusione sonora, apparecchi acustici. L'audio stereo è preferito per l'ascolto di musica, nei teatri, nelle stazioni radio dedicate alla musica, nelle trasmissioni FM e nella trasmissione audio digitale (DAB).

Storia

Fino agli anni '40 la registrazione del suono mono era popolare e la maggior parte della registrazione veniva eseguita in mono anche se il sistema audio a due canali fu dimostrato da Clément Ader già nel 1881. Nel novembre 1940 la Fantasia di Walt Disney divenne il primo film commerciale con stereofonico suono. Con l'avvento dei nastri magnetici l'uso del suono stereo è diventato più facile. Negli anni '60 gli album furono pubblicati sia come LP monoaurali sia come LP stereo perché le persone avevano ancora i loro vecchi lettori mono e la stazione radio era principalmente AM. Allo stesso modo i film sono stati distribuiti in entrambe le versioni perché alcuni teatri non erano dotati di sistemi di altoparlanti stereo. Oggi non esistono standard monoaurali per il nastro a 8 tracce e il compact disc e tutti i film sono distribuiti con audio stereofonico.

Metodi di registrazione e qualità audio

La registrazione audio mono viene eseguita principalmente con un microfono e per ascoltare l'audio è necessario un solo altoparlante. Per le cuffie e più altoparlanti i percorsi vengono miscelati in un singolo percorso del segnale e trasmessi. Il segnale non contiene informazioni su livello, tempo di arrivo o fase che potrebbero replicare o simulare segnali direzionali. Tutti ascoltano lo stesso segnale e allo stesso livello sonoro. Il suono riprodotto, ad esempio, da ogni strumento di una band non verrà ascoltato distintamente sebbene abbia piena fedeltà. I registratori portatili registrano il suono in mono. È più economico e più facile da registrare in audio mono.

La registrazione stereo viene eseguita con due o più microfoni speciali. L'effetto stereo si ottiene posizionando accuratamente il microfono che riceve livelli di pressione sonora diversi di conseguenza anche gli altoparlanti devono avere la capacità di produrre lo stereo e devono anche essere posizionati con cura. Questi sistemi audio hanno due o più canali di segnale audio indipendenti. I segnali hanno un livello specifico e una relazione di fase reciproca in modo tale che quando riprodotti attraverso un sistema di riproduzione adatto, ci sarà un'immagine apparente della sorgente sonora originale. È costoso e richiede abilità per registrare l'audio stereo. Esistono i seguenti metodi di registrazione in stereo:

  • Tecnica XY: stereofonia dell'intensità - In questa tecnica due microfoni direzionali si trovano nello stesso punto, puntando tipicamente ad un angolo tra 90 ° e 135 ° l'uno rispetto all'altro.
  • Tecnica AB: stereofonia del tempo di arrivo - Qui due microfoni paralleli che non sono specifici per la direzione vengono tenuti a distanza. Ciò comporta l'acquisizione di informazioni stereo sull'ora di arrivo e alcune informazioni sulla differenza di livello (ampiezza).
  • Tecnica M / S: stereofonia Mid / Side - Un microfono bidirezionale rivolto lateralmente e un altro microfono con un angolo di 90 ° sono tenuti di fronte alla sorgente sonora. Questo metodo è utilizzato per i film.
  • Tecnica quasi coincidente: stereofonia mista - Questa tecnica combina i principi di entrambe le tecniche AB e XY (coppia coincidente). La riproduzione è adatta su altoparlanti stereo.

Questo video fornisce una spiegazione per alcune delle differenze tra audio mono e stereo, oltre a come registrare l'audio stereo.

Compatibilità

Mono è compatibile con e solitamente si trova su cilindri fonografi, dischi, come 78 rpm e precedenti 16 earlier, 33⅓ e 45 giri / min, radio AM e alcune (pochissime) stazioni radio FM. Mono e stereo si trovano entrambi in MiniDisc, cassette audio compatte, la maggior parte delle radio FM (e in rare circostanze trasmissioni radio AM), formati VCR (NICAM Stereo) e TV (NICAM Stereo). Mono non viene utilizzato nei nastri audio e CD a 8 tracce.

Articoli Correlati