Leasing vs. affitto

Nel settore immobiliare, un contratto di locazione è un contratto per un determinato periodo di tempo - spesso 6 o 12 mesi - dopo il quale il contratto scade, mentre l' affitto è il pagamento effettuato in base ai termini del contratto di locazione. Le locazioni immobiliari sono anche comunemente conosciute come "contratti di locazione".

Tabella di confronto

Grafico comparativo tra leasing e affitto
Contratto di locazione Affitto
SensoÈ un contratto che affitta terra, edifici, ecc. A un altro; un contratto o uno strumento che trasmette proprietà ad un altro per un periodo determinatoIl pagamento periodico effettuato al proprietario di un immobile per l'uso di detto immobile, come determinato da un contratto di locazione (affitto).
Durata dell'accordoSpesso 6-12 mesi, ma può essere impostato per qualsiasi periodo di tempo che due o più parti concordano nel contratto di locazione.Il pagamento viene effettuato almeno per il tempo richiesto dal contratto di locazione.
Gestito daProprietario dell'immobileInquilino che paga l'affitto per utilizzare la proprietà
Definizione (Wikipedia)Un contratto di locazione è un accordo contrattuale che richiede al locatario di pagare il locatore (proprietario) per l'utilizzo di un bene.L'affitto, noto anche come affitto o locazione, è un accordo in cui viene effettuato un pagamento per l'uso temporaneo di un bene, servizio o proprietà di proprietà di un altro.

Rapporto tra locazione e affitto

Nel settore immobiliare, un contratto di locazione è l'accordo contrattuale che definisce i termini di utilizzo di un immobile. Ciò include ciò che viene affittato, per quanto tempo e altre clausole concordate da entrambe le parti (ad esempio, se gli animali domestici sono ammessi sulla proprietà).

L'affitto è il pagamento periodico effettuato al proprietario di una proprietà (spesso chiamata "padrone di casa") per l'uso di detta proprietà, che potrebbe essere un edificio, uno spazio residenziale (casa, appartamento, ecc.), Uno spazio commerciale (ufficio, negozio, magazzino, ecc.) o terra. In altri casi aziendali, l'affitto è il pagamento o una serie di pagamenti effettuati al proprietario di una proprietà per l'uso di tale proprietà, come attrezzature, veicoli, macchinari industriali e così via.

Quanto dura un contratto di locazione

I contratti di locazione sono generalmente fissati per un periodo di 6 o 12 mesi, ma possono coprire più tempo o meno. Il termine "contratto di noleggio" è sinonimo di "contratto di locazione".

Poiché un contratto di locazione è un accordo contrattuale, entrambe le parti sono tenute a rispettarlo per la sua durata. L'affitto deve essere pagato in modo tempestivo e coerente - di solito il 1 ° del mese - e spesso, i pagamenti in ritardo sono penalizzati secondo i termini del contratto di locazione. D'altra parte, il proprietario non può terminare unilateralmente il contratto di locazione o modificare le condizioni senza l'accordo del locatario (il locatario dell'affitto).

Nel settore immobiliare, un'offerta scritta per entrare in un contratto di locazione (affittare una casa, per esempio), è vincolante. Per questo motivo, non si dovrebbero fare più offerte scritte in quanto più di una potrebbe essere accettata. A quel punto, la persona ha già stipulato più contratti di locazione ed è tenuto a pagare più affitti.

Fine del contratto di locazione

La data di scadenza di un contratto di locazione consente a una delle parti di terminare o prorogare i termini per un altro anno (o qualunque periodo di tempo è definito nel contratto di locazione). Nel settore immobiliare, ciò avviene di solito da 60 a 90 giorni prima della scadenza del periodo di locazione. Ciò significa che gli affittuari possono avvisare che stanno andando via o indicare che rimangono. Il proprietario può indicare che verranno applicati cambiamenti, come un aumento dell'affitto (spesso limitato dal contratto di locazione o dalla legge), che l'inquilino può accettare, negoziare o rifiutare.

Leasing vs. affitto mese per mese

Alla scadenza di un contratto di locazione, gli inquilini vengono automaticamente spostati in un contratto di noleggio "da mese a mese" a meno che o fino a quando entrambe le parti non firmano un nuovo contratto di locazione con una nuova data di scadenza o una o entrambe le parti si ritirano dal contratto mensile. In questo scenario, gli inquilini devono generalmente rispettare le regole stabilite nel contratto di locazione iniziale, ma i termini sono soggetti a modifiche su base mensile.

Gli accordi di mese in mese prevedono importanti vantaggi e svantaggi sia per gli inquilini che per i proprietari. Per gli inquilini, i contratti di noleggio mensili danno loro la libertà di spostarsi quando è più conveniente, senza doversi preoccupare di trasferire o rompere un contratto di locazione. Per i proprietari di immobili, ciò rende incerto il reddito da locazione. Per compensare questa incertezza, molti proprietari di immobili scelgono di addebitare agli inquilini mensili un tasso di affitto molto più elevato rispetto a quelli che hanno un contratto di locazione, un fatto che rende proibitivi gli accordi mensili per la maggior parte degli affittuari.

In alcuni casi, gli accordi mensili sono più comuni e hanno meno probabilità di essere correlati a contratti di locazione scaduti. Nelle città con popolazioni transitorie (ad esempio, Las Vegas), i contratti di locazione a breve termine sono comuni e non sono necessariamente collegati a costi di affitto più elevati.

Sublocazioni e assegnazioni

Una volta che un contratto di locazione è stato firmato, l'inquilino è responsabile di effettuare i pagamenti di affitto e mantenere la proprietà. Se si presenta la necessità per l'inquilino di lasciare temporaneamente la proprietà, di solito può subaffitto (alias, subaffitto) la proprietà. Ciò significa che un'altra persona - il sublessee - vivrà presso la proprietà e continuerà a pagare l'affitto secondo le condizioni del sublessor - l'inquilino originale -.

Se un locatario può subaffittare una proprietà o meno può dipendere dai termini già concordati nel contratto di locazione; tuttavia, la maggior parte dei proprietari e delle società di gestione della proprietà non rifiuterà tale accordo senza giusta causa. [1] Vale la pena notare che sebbene la subaffitto sia nei locali, la responsabilità ultima per l'affitto e la proprietà rimangono con l'inquilino che ha firmato il contratto di locazione originale, il che significa che il subaffitto comporta alcuni rischi per il sublessor in particolare.

Un incarico può verificarsi quando l'inquilino lascia una proprietà e un'altra persona assume il contratto di locazione. Le assegnazioni sono talvolta più comunemente note come "trasferimenti di leasing". I proprietari sono obbligati a facilitare il trasferimento di un contratto di locazione quando un inquilino ha trovato qualcuno che lo ha assunto. Diversamente dalla subaffitto, un incarico significa che il contratto di locazione viene modificato per trasferire la responsabilità ultima della proprietà dal vecchio inquilino (il cedente) al nuovo inquilino (il cessionario), senza alterare i termini del contratto di locazione.

Articoli Correlati