Internet vs. World Wide Web

Il World Wide Web (WWW) è un insieme di servizi software in esecuzione su Internet. Internet stesso è una rete globale di dispositivi informatici interconnessi. Questa rete supporta una vasta gamma di interazioni e comunicazioni tra i suoi dispositivi. Il World Wide Web è un sottoinsieme di queste interazioni e supporta siti Web e URI.

Tabella di confronto

Grafico di confronto Internet contro World Wide Web
Internet World Wide Web
Anno di origine stimato1969, sebbene l'apertura della rete agli interessi commerciali iniziò solo nel 19881993
Nome della prima versioneARPANETNSFnet
ComprendeRete di computer, fili di rame, cavi in ​​fibra ottica e reti wirelessFile, cartelle e documenti memorizzati su vari computer
Governato daProtocollo internetHyper Text Transfer Protocol
DipendenzaQuesta è la base, indipendente dal World Wide WebDipende da Internet per funzionare
NaturaHardwareSoftware

Sommario

Internet è in realtà un'enorme rete accessibile a tutti e in tutto il mondo. La rete è composta da sottoreti costituite da un numero di computer che sono abilitati a trasmettere dati in pacchetti. Internet è regolato da una serie di norme, leggi e regolamenti, noti collettivamente come Internet Protocol (IP). Le sottoreti possono variare da reti di difesa a reti accademiche a reti commerciali a singoli PC. Internet, essenzialmente fornisce informazioni e servizi sotto forma di e-mail, chat e trasferimenti di file. Fornisce inoltre accesso al World Wide Web e ad altre pagine Web interconnesse.

Internet e il World Wide Web (il Web), sebbene usati in modo intercambiabile, non sono sinonimi. Internet è la parte hardware - è una raccolta di reti di computer collegate tramite fili di rame, cavi in ​​fibra ottica o connessioni wireless, mentre il World Wide Web può essere definito come la parte software - è una raccolta di pagine Web collegate tramite collegamenti ipertestuali e URL. In breve, il World Wide Web è uno dei servizi forniti da Internet. Altri servizi su Internet includono e-mail, chat e servizi di trasferimento file. Tutti questi servizi possono essere forniti ai consumatori per essere utilizzati da aziende o enti pubblici o da individui che creano le proprie reti o piattaforme.

Un altro metodo per distinguere entrambi è l'utilizzo della Protocol Suite, una raccolta di leggi e regolamenti che regolano Internet. Mentre Internet è regolato dal Protocollo Internet, che si occupa in particolare dei dati nel loro insieme e della loro trasmissione in pacchetti, il World Wide Web è governato dal protocollo Hyper Text Transfer Protocol (HTTP) che si occupa del collegamento di file, documenti e altre risorse del World Wide Web.

Storia

L'Agenzia di progetti di ricerca avanzata (ARPA) creata dagli Stati Uniti nel 1958 in risposta al lancio dello Sputnik da parte dell'URSS, portò alla creazione di un dipartimento chiamato Information Technology Technology Office (IPTO) che diede inizio al Semi Automatic Ground Environment (SAGE) che collegava tutti i sistemi radar degli Stati Uniti insieme. Con un'enorme ricerca in corso in tutto il mondo, l'Università della California a Los Angeles (UCLA) ha ottenuto l'ARPANET, una versione più piccola di Internet nel 1969. Da allora Internet ha fatto passi da gigante in termini di tecnologia e connettività per raggiungere la sua posizione attuale. Nel 1978, l'International Packet Switched Service (IPSS) è stato creato in Europa dall'ufficio postale britannico in collaborazione con Tymnet e Western Union International e questa rete ha lentamente aperto le sue ali negli Stati Uniti e in Australia. Nel 1983, la prima Wide Area Network (WAN) fu creata dalla National Science Foundation (NSF) degli Stati Uniti, chiamata NSFnet. Tutte queste sottoreti si sono fuse insieme dopo il 1985 con nuove definizioni dei protocolli di controllo di trasferimento del protocollo Internet (TCP / IP) per l'ottimizzazione delle risorse.

Il Web è stato inventato da Sir Tim Berners Lee. Nel marzo 1989, Tim Berners-Lee scrisse una proposta che descriveva il Web come un elaborato sistema di gestione delle informazioni. Con l'aiuto di Robert Cailliau, pubblicò una proposta più formale per il World Wide Web il 12 novembre 1990. A Natale 1990, Berners-Lee aveva costruito tutti gli strumenti necessari per un Web funzionante: il primo browser Web (che era un web editor), il primo server Web e le prime pagine Web che descrivono il progetto stesso. Il 6 agosto 1991, ha pubblicato un breve riassunto del progetto World Wide Web sul newsgroup alt.hypertext. Questa data ha anche segnato il debutto del Web come servizio disponibile al pubblico su Internet.

La svolta di Berners-Lee fu quella di sposare l'ipertesto su Internet. Nel suo libro Weaving The Web, spiega di aver ripetutamente suggerito che un matrimonio tra le due tecnologie era possibile per i membri di entrambe le comunità tecniche, ma quando nessuno ha accettato il suo invito, ha finalmente affrontato il progetto da solo. Nel processo, ha sviluppato un sistema di identificatori univoci a livello globale per le risorse sul Web e altrove: l'Uniform Resource Identifier.

Il World Wide Web presentava una serie di differenze rispetto ad altri sistemi ipertestuali che erano allora disponibili. Il Web richiedeva solo collegamenti unidirezionali piuttosto che bidirezionali. Ciò ha permesso a qualcuno di collegarsi a un'altra risorsa senza intervento del proprietario di quella risorsa. Ha inoltre ridotto in modo significativo la difficoltà di implementazione di server e browser Web (rispetto ai sistemi precedenti), ma a sua volta ha presentato il problema cronico del marciume dei link. A differenza dei predecessori come HyperCard, il World Wide Web non era proprietario, rendendo possibile lo sviluppo di server e client in modo indipendente e l'aggiunta di estensioni senza restrizioni di licenza.

Per maggiori dettagli, vedi La storia di Internet e La storia del World Wide Web .

Internet delle cose

Negli ultimi anni, la frase Internet of Things — o IoT — è stata utilizzata per indicare un sottoinsieme di Internet che collega dispositivi fisici, come elettrodomestici, veicoli, sensori industriali. Storicamente i dispositivi collegati a Internet sono stati computer, telefoni cellulari e tablet. Con l'Internet of Things, altri dispositivi come frigoriferi, sistemi HVAC, lampadine, automobili, termostati, videocamere e serrature possono anche connettersi a Internet. Ciò consente un migliore monitoraggio e un maggiore controllo del mondo fisico attraverso Internet.

Articoli Correlati