GNOME vs. KDE

GNOME, KDE e Xfce sono gli ambienti desktop più popolari per Linux. Molte persone finiscono per usare l'ambiente desktop predefinito fornito con la loro distribuzione Linux preferita. Ma gli utenti esperti ne preferiscono uno nel corso dell'anno per considerazioni di usabilità, prestazioni, design o personalizzazione.

GNOME ha iniziato come progetto per lo sviluppo di un ambiente desktop libero e open source e relative applicazioni nell'agosto 1997. La sua filosofia di progettazione può essere meglio descritta come snella e facile da usare.

La comunità di KDE è iniziata nell'ottobre 1996. La sua filosofia di progettazione è dedicata alla funzionalità e all'ampliamento delle sue funzionalità.

Questo confronto è un wiki. Non esitate a migliorare la tabella di confronto o la descrizione sotto di essa.

Tabella di confronto

Tabella di confronto GNOME contro KDE
GNOME KDE

Introduzione (da Wikipedia)GNOME (GNU Network Object Model Environment) è un ambiente desktop — un'interfaccia utente grafica che gira su un sistema operativo per computer — composto interamente da software libero e open source.KDE è un ambiente desktop per un set integrato di applicazioni multipiattaforma progettate per essere eseguite su Linux, FreeBSD, Microsoft Windows, Solaris e Mac OS, progettate dalla comunità KDE.
Messa a fuocoSoftware gratisSoftware gratis
Sito webGNOME.orgkde.org
SviluppatoreIl progetto GNOMEKDE
Fondato19991996
Versione attuale stabile3.10 (26 settembre 2013)4.11 (14 agosto 2013)
requisiti minimi di sistemaCPU da 700 Mhz, 768 MB di RAMCPU da 1 Ghz, 615 MB di RAM
Obiettivi di progettazioneUn ambiente desktop gratuito dall'alto verso il basso progettato per semplicità, accessibilità e facilità di internazionalizzazione e localizzazione.Un ambiente desktop integrato e completo; svolgere attività quotidiane senza fare affidamento sull'interfaccia della riga di comando.
MottoUn desktop intuitivo e attraente per gli utentiSperimenta la libertà!
Kit di strumentiGTK +Qt
Fondatore (s)Miguel de Icaza e Federico MenaMatthias Ettrich
ProdottiApp GTKCompilazione di software KDE, Calligra Suite, KDevelop, Amarok, ecc

Priorità di sviluppo

Composto interamente da software gratuito e open source, GNOME si è concentrato sin dall'inizio su libertà, accessibilità, internazionalizzazione e localizzazione, facilità di sviluppo, organizzazione e supporto. È supportato da una grande comunità di sviluppo che generalmente punta a programmi di rilascio di sei mesi.

Il logo GNOME

KDE si concentra sulla configurabilità e su un'interfaccia utente grafica accattivante. Questi obiettivi lo rendono uno degli ambienti Linux esteticamente più gradevoli, coerenti e integrati con un'alta capacità di personalizzazione dell'utente.

Logo KDE

L'esperienza utente

Nella sua configurazione predefinita, GNOME utilizza un pannello superiore contenente un pulsante di attività, un orologio, un'area di stato del sistema e un menu utente. La panoramica consente un accesso rapido e il passaggio tra finestre aperte e applicazioni. GNOME si impegna a utilizzare il minor numero di risorse di sistema possibile e offre un'interfaccia semplice da usare che potrebbe essere più amichevole per gli utenti principianti di Linux. Mentre GNOME offre anche impostazioni avanzate che consentono la personalizzazione del suo ambiente, gli utenti esperti possono trovare la sua interfaccia in qualche modo limitante.

L'attenzione di KDE sulla configurabilità e versatilità arriva con una maggiore complessità rispetto a GNOME. La sua attenzione alla presentazione offre uno degli ambienti desktop esteticamente più piacevoli disponibili, con menu configurati molto simili a Windows e una vasta gamma di opzioni di configurazione integrate. La navigazione di tali opzioni, tuttavia, può essere impegnativa e può richiedere una curva di apprendimento. L'ulteriore personalizzazione e l'approccio coltellino svizzero rendono KDE un po 'più dispendioso in termini di risorse rispetto a GNOME, il che dovrebbe essere una considerazione degna di nota per le stazioni di lavoro poco potenti.

Questo video di GeekBlog ti aiuterà a decidere quale è per te:

Aspetto

Con le impostazioni predefinite, GNOME posiziona una barra degli strumenti in alto e un dock pop-out con grandi icone delle applicazioni sul lato sinistro dello schermo che appare quando il mouse passa sopra la sua posizione. La sua combinazione di colori iniziale enfatizza il grigio scuro, l'arancione e il viola.

Le impostazioni predefinite di KDE rendono le cose semplici con una barra degli strumenti nella parte inferiore dello schermo e un singolo menu principale. La sua combinazione di colori iniziale favorisce il blu e il grigio.

Sia GNOME che KDE offrono una vasta gamma di opzioni utente per personalizzare l'aspetto e il layout delle loro interfacce. La differenza fondamentale risiede nella tendenza di GNOME a seppellire le opzioni di personalizzazione sotto diversi strati di elenchi di interfacce sotto il pannello di controllo Impostazioni di sistema, una scelta progettuale volta a semplificare l'esperienza utente di base. D'altra parte, KDE fornisce scorciatoie anticipate a molte opzioni di configurazione e consente di ottimizzare le dimensioni dei pannelli e rimuovere o riorganizzare le applet preimpostate.

Confronta l'aspetto di GNOME 3.4.2 e KDE 4.8.4

Ricerca universale

Le attuali build di GNOME hanno dimenticato l'uso della navigazione basata su menu attraverso applicazioni per la funzionalità di ricerca basata su testo. Premendo il tasto Windows / Super viene visualizzata una barra di ricerca che consente all'utente di digitare il nome dell'applicazione o del file desiderato.

Oltre alla navigazione basata su menu, le versioni di KDE dalla 4.0 in poi usano Krunner per fornire funzionalità di ricerca universale.

Sia GNOME che KDE possono essere configurati per usare la ricerca universale di terze parti e i lanciatori di applicazioni come Synapse e Launchy.

Pubblicità

A differenza di Ubuntu, né GNOME né KDE attualmente includono risultati di ricerca di prodotti Amazon di tipo pubblicitario nei loro lanciatori universali di ricerca e applicazioni.

Utilizzo CPU / RAM ed esperienza utente

GNOME è generalmente considerato ottimizzato e meno dispendioso in termini di risorse rispetto a KDE. È interessante notare che, sebbene i requisiti minimi di sistema di GNOME siano meno esigenti per quanto riguarda la velocità della CPU (700 Mhz, rispetto ai requisiti di 1 Ghz di KDE), KDE richiede effettivamente meno RAM minima (615 MB rispetto ai 768 MB di GNOME).

D'altra parte, con le loro impostazioni predefinite, KDE offre un ambiente più user-friendly, specialmente per quelli che usano Windows come sistema operativo. Ad esempio, GNOME non offre più agli utenti una vera opzione "minimizza" per i pannelli aperti, cosa che probabilmente gli utenti con Windows non apprezzeranno, mentre KDE lo fa.

Sviluppo e manutenzione

GNOME opera su un ciclo di rilascio di 6 mesi che vede una nuova versione rilasciata due volte all'anno. KDE utilizza una pianificazione a doppia versione che distingue tra versioni principali e secondarie; le versioni principali richiedono in genere circa 5 mesi dall'annuncio alla pubblicazione, mentre quelle secondarie richiedono circa 2 mesi.

La struttura di sviluppo di GNOME offre una migliore implementazione di piccoli cambiamenti incrementali. D'altra parte, il ciclo di sviluppo di KDE è adatto a cambiamenti più ampi e radicali, come la revisione generale del progetto implementata tra le versioni 3 e 4.

Popolarità

La maggior parte delle distribuzioni Linux non solo supporta sia GNOME che KDE, ma consente anche agli utenti di impostare entrambi come predefiniti. I valori predefiniti contano e per Ubuntu, probabilmente la distribuzione Linux più popolare per desktop, il valore predefinito è Unity e GNOME. Kubuntu è una distribuzione derivata da Ubuntu ma quella che utilizza KDE invece di Unity come predefinito.

La seconda distribuzione Linux più popolare - Linux Mint - offre diverse versioni con diversi ambienti desktop predefiniti. Mentre KDE è uno di questi; GNOME no. Tuttavia, Linux Mint è disponibile nelle versioni in cui il desktop predefinito è MATE (un fork di GNOME 2) o Cinnamon (un fork di GNOME 3).

Predefiniti a parte, sia GNOME che KDE sono supportati dalle popolari distribuzioni GNU / Linux e BSD. Le famose distribuzioni che distribuiscono sia GNOME che KDE includono Mint, Debian, FreeBSD, Mageia, Fedora, PCLinuxOS e Knoppix.

Articoli Correlati