Lampadine fluorescenti (CFL) vs. lampadine a incandescenza

Mentre le lampadine fluorescenti (CFL) generano luce inviando una scarica elettrica attraverso un gas ionizzato, le lampadine a incandescenza emettono luce riscaldando il filamento presente nella lampadina.

Quando le lampadine CFL furono introdotte per la prima volta negli anni '70, ci si aspettava che segnassero la fine della tradizionale lampadina a incandescenza. Dopotutto, sono molto più efficienti dal punto di vista energetico. In effetti, le lampadine CFL hanno promesso negli ultimi due decenni. Ma a causa del loro costo più elevato, che richiedono più tempo per raggiungere la piena luminosità e le preoccupazioni ambientali per le lampadine che contengono mercurio, le lampadine CFL non hanno ancora reso obsolete le lampadine a incandescenza.

Tabella di confronto

Tabella di confronto delle lampadine fluorescenti rispetto alle lampadine a incandescenza
Lampadine fluorescenti Lampadine ad incandescenza
CostoCirca $ 6 a $ 15 per un pacchetto di 4; Da $ 2 a $ 15 per lampadina per lampadine qualificate Energy Star$ 5 a $ 10 per un pacchetto di 4
LongevitàDi solito da 6.000 a 15.000 ore. Fino a 35.000 ore.2.000 ore
Come funzionanoLe lampadine fluorescenti generano luce inviando una scarica elettrica attraverso un gas ionizzato.La luce a incandescenza viene emessa riscaldando il filamento presente nella lampadina
Materiali usatiArgon, vapore di mercurio, tungsteno, bario, stronzio e ossidi di calcioArgon, tungsteno, filamenti
tipiBulbi abbronzanti, bulbi di crescita, bulbi di bilirubina, bulbi germicidiTrasparente, satinato, decorativo
fattore di potenzaBassoalto
temperatura di esercizioBassoalto
Effetto invecchiamentoDi menoDi Più

Vantaggi e svantaggi

Le lampadine fluorescenti sono migliori delle lampadine a incandescenza in quasi tutti i modi: costo della vita, impatto ambientale e risparmio energetico.

Longevità

La lampadina fluorescente è nota per ridurre i costi di sostituzione ed è un risparmio energetico. Dura anche da 10 a 20 volte più a lungo della lampadina a incandescenza. Soffrono di sfarfallio e vita più breve se utilizzati in un luogo in cui è spesso acceso e spento. Queste lampadine richiedono anche temperature ottimali per funzionare bene; sono noti per funzionare a capacità quando accesi a temperature più basse.

Una lampadina a incandescenza è molto sensibile alle variazioni di tensione e quindi la sua longevità può essere raddoppiata regolando l'alimentazione di tensione. Tuttavia, ciò influisce sull'emissione luminosa ed è noto per essere utilizzato solo in circostanze eccezionali.

Efficienza energetica

Le lampadine fluorescenti risparmiano energia e durano più a lungo, ma sono più costose. Queste lampadine convertono anche più elettricità fornita in luce visibile rispetto alle loro controparti popolari. Insieme a ciò, una lampadina fluorescente emette meno calore e distribuisce la luce in modo uniforme senza affaticare gli occhi.

Problemi di salute e impatto ambientale

Sebbene non ci sia stato uno studio ufficiale, alcune persone suggeriscono che le lampadine a incandescenza comportano minori rischi per il corpo rispetto alle lampadine fluorescenti. La lampadina fluorescente risparmia energia, quindi in questo senso è benefica per l'ambiente. Ma danneggia anche l'ambiente a causa del contenuto di mercurio in esso. Quando queste lampade vengono smaltite, il contenuto di mercurio in esse evapora e provoca inquinamento dell'aria e dell'acqua.

Le lampadine a incandescenza contengono tungsteno che non è pericoloso per l'ambiente. Pertanto, le lampadine non comportano rischi per la salute tanto quanto le lampadine fluorescenti.

Prezzo

Quando le lampadine CFL furono introdotte per la prima volta, erano significativamente più costose delle lampadine a incandescenza. Ma ora la differenza di prezzo è stata praticamente cancellata. Il costo varia in base al produttore e al rivenditore. Ad esempio, un pacchetto di 8 lampadine GE CFL (13 Watt, che sostituisce una lampadina a incandescenza da 60 watt) costa $ 14, 11 su Amazon, mentre otto (due pacchetti da 4) lampadine bianche da 60 watt di GE costano $ 12 su Amazon.

Caratteristiche e tipi di lampadine fluorescenti e incandescenti

Esistono diversi tipi di lampadine a incandescenza disponibili sul mercato e le lampade decorative sono forse le lampade più comunemente utilizzate oggi. Le lampade di servizio generale sono trasparenti o satinate e le lampade di servizio generale ad alta potenza hanno una potenza di almeno 200 watt. Le lampade a riflettore aiutano a dirigere la luce in avanti e vengono utilizzate nelle luci di inondazione e nelle lampade a spot.

Una lampadina fluorescente è solitamente descritta dal suo consumo di energia, longevità, colore della luce che emettono e altre caratteristiche illuminanti come la luminosità. Esistono vari tipi di lampadine fluorescenti come:

  • le lampade abbronzanti utilizzate per indurre l'abbronzatura artificiale.
  • Le lampade Grow incorporano anche luce fluorescente e sono utilizzate per incoraggiare la fotosintesi e la crescita nelle piante.
  • La luce ha anche trovato impiego in trattamenti medici con lampade a bilirubina che aiutano a scomporre la bilirubina in eccesso nel corpo. Inoltre, le lampade germicide vengono utilizzate per uccidere i germi presenti nel corpo.

Esempi di lampadine a incandescenza includono PAR45 e A55. Le lettere ( A e R ) rappresentano la forma, mentre i numeri rappresentano il diametro massimo del bulbo. Il diametro è misurato in pollici ed è generalmente disponibile con incrementi di 1/8 della dimensione originale. 'A' è usato per indicare il bulbo a forma di pera standard mentre 'R' è usato per definire i riflettori.

Storia delle lampadine a incandescenza e fluorescenti

Sir Humphrey Davy creò la prima lampadina a incandescenza nel 1802. Successivamente nel 1840, Warren de la Rue racchiuse un filamento a spirale di platino e in un tubo a vuoto e vi fece passare corrente. Sebbene il suo design fosse operativo, l'alto costo del platino ha reso impossibile l'uso commerciale. L'anno successivo, a Frederick de Moleyns, in Inghilterra, fu concesso il primo brevetto per una lampadina a incandescenza. Joseph Wilson Swan in collaborazione con Charles Stearn ha creato una lampada con sottili aste in carbonio. La loro invenzione non era commercialmente fattibile e quindi non fu ulteriormente perseguita. Thomas Edison ha quindi iniziato a ricercare e sfruttare varie opportunità per realizzare un prodotto pratico che ha portato a quella che oggi conosciamo come la lampadina a filamento di tungsteno.

Sebbene a Thomas Edison sia attribuita l'invenzione della lampadina a incandescenza, è stato il primo a perseguire lampadine fluorescenti per scopi commerciali. Anche se ha registrato un brevetto per questo, non è mai stato prodotto commercialmente durante il suo tempo. Nel 1895, Daniel Moore condusse un esperimento che dimostrò l'emissione di luce bianca e rosa dalle lampadine a base di ossido di carbonio e azoto. Successivamente, nel 1934, Arthur Compton della General Electric riferì di aver condotto con successo esperimenti condotti con lampadine fluorescenti che furono successivamente perseguiti dalla compagnia. Nel 1951, gli Stati Uniti d'America producevano più luce dalle lampadine fluorescenti che dalle lampadine a incandescenza.

Componenti di lampadine fluorescenti vs incandescenti

La lampadina a incandescenza è riempita di argon per ridurre l'evaporazione e un filamento di tungsteno è cablato all'interno della lampadina. La corrente elettrica viene fatta passare attraverso questo filamento che è collegato a due fili di contatto e un conduttore. La base della lampadina ha un attacco a stelo o vetro ancorato ad essa che consente il flusso regolare della corrente elettrica, che a sua volta genera luce visibile.

La lampadina fluorescente è piena di argon, kripton, neon o xeno e vapore di mercurio a bassa pressione. L'interno del tubo viene quindi rivestito con varie miscele di sali di fosforo metallici e di terre rare. Il tubo catodico nel bulbo è realizzato in tungsteno ed è rivestito con ossidi di bario, stronzio e calcio ed è consentita l'evaporazione dei solventi organici, dopodiché il tubo viene riscaldato per fondere il rivestimento con le lampade.

Articoli Correlati