Uso corretto vs. violazione

Il fair use e la violazione sono due concetti essenziali della legge statunitense sul copyright. La violazione è un uso non autorizzato di un'opera protetta da copyright che viola uno o più dei diritti esclusivi riservati al detentore del copyright. Il fair use descrive il tipo di uso non autorizzato che, nonostante la violazione dei diritti del titolare del copyright, non è considerato una violazione ai sensi della legge.

Tabella di confronto

Grafico di confronto tra uso corretto e infrazione
Giusto uso Violazione
DefinizioneIl fair use è una limitazione ed eccezione al diritto esclusivo concesso dalla legge sul copyright all'autore di un'opera creativa.La violazione è l'uso di opere protette da copyright, in violazione dei diritti esclusivi del titolare del copyright (per riprodurre, distribuire, visualizzare o eseguire l'opera protetta da copyright) o per realizzare opere derivate, senza l'autorizzazione del titolare del copyright.
In parole sempliciUso non autorizzato che non viola il copyright del titolare.Uso non autorizzato che viola il copyright del titolare.
Autorizzazione concessa per l'usoNoNo
Responsabile verso il titolare del copyrightNo
Scopo e carattere d'usoPromuove lo scopo del copyright.Non promuove lo scopo del copyright.
Natura dell'opera protetta da copyright ed espressione originale contenuta nell'operaÈ compensato dall'interesse pubblico per la sua diffusione gratuita.Supera l'interesse pubblico nella sua diffusione.
Quantità e sostanzialità della porzione utilizzataLa quantità o percentuale utilizzata non è abbastanza sostanziale da appropriarsi del "cuore" dell'opera originale.La quantità o percentuale utilizzata è abbastanza sostanziale da appropriarsi del "cuore" dell'opera originale.
Effetto sul valore di mercato del lavoroL'uso non ha danneggiato il mercato o il potenziale mercato dell'opera originale.L'uso ha danneggiato il mercato o il potenziale mercato dell'opera originale.

Introduzione di concetti

Ai sensi della legge statunitense, la sezione 106 del Copyright Act del 1976 si riserva numerosi diritti esclusivi per il creatore di un'opera d'autore originale fissata in un mezzo tangibile di espressione. In generale, se un'altra parte esercita tali diritti senza l'autorizzazione del titolare del copyright, le azioni di tale parte costituiscono una violazione del copyright del titolare, una violazione per la quale il titolare può chiedere ricorso in un tribunale.

Simbolo del copyright

Simbolo di uso corretto

Tuttavia, la sezione 107 del Copyright Act delinea le situazioni in cui l'esercizio dei diritti esclusivi di un detentore del copyright da parte di un'altra parte non costituisce violazione. Invece, tali usi sono considerati giustificati dalla legge sul copyright e classificati come fair use. I tribunali hanno interpretato questa limitazione sul copyright di un titolare come una sorta di difesa affermativa a un reclamo per violazione.

Questo video discute del fair use contro la violazione, con un avvertimento sui profitti: "non dare per scontato!"

Analizzare il Fair Use

Non esiste un test in linea chiara che distingue chiaramente il fair use dalla violazione. I tribunali hanno riconosciuto che l'analisi del fair use deve essere condotta caso per caso, esaminando e bilanciando i quattro fattori elencati esplicitamente nella sezione 107:

1. Scopo e carattere d'uso . Questo fattore considera se l'uso è a scopo commerciale o non profit / educativo, se l'uso è trasformativo o non trasformativo e se gli elementi utilizzati sono di natura fattuale / storica o espressiva. Uno scopo commerciale tende a contrapporsi alla constatazione di un uso corretto, sebbene non lo precluda necessariamente. Un uso è trasformativo se aggiunge valore al pubblico dominio e non replica semplicemente ciò che il lavoro originale ha già contribuito. Come uno scopo commerciale, la non trasformatività si oppone alla constatazione di un uso corretto, ma non lo preclude necessariamente. Infine, l'uso di elementi espressivi da un'opera protetta da copyright, piuttosto che elementi di fatto / storici, conta anche contro l'equità di quell'uso.

2. Natura dell'opera protetta da copyright. Il secondo fattore del fair use tenta di determinare dove l'opera protetta da copyright rientri nel continuum tra opere completamente originali e creative e opere che sono principalmente funzionali o informative. Più il lavoro si avvicina alla fine originale e creativa dello spettro, meno è probabile che l'appropriazione di quell'opera costituisca un uso equo. Nel considerare questo fattore, i tribunali garantiscono una protezione maggiore delle opere non pubblicate o non distribuite rispetto a quelle che hanno già visto la diffusione pubblica.

3. Quantità e sostanzialità della porzione utilizzata. Mentre il terzo fattore generalmente considera la quantità o la percentuale del lavoro utilizzato, la proporzione precisa non è l'unica determinante. Il problema è se la parte utilizzata contiene la parte essenziale dell'opera protetta da copyright, una decisione che varia inevitabilmente da un'opera all'altra. Pertanto, in alcuni casi una parte frammentata o banale può superare i limiti del fair use, mentre la copia all'ingrosso non impedisce intrinsecamente che un uso sia equo.

4. Effetto sul valore di mercato del lavoro. Spesso definito l'elemento più importante del fair use, il quarto fattore considera l'effetto dell'uso sul mercato potenziale dell'opera protetta da copyright. L'onere ricade innanzitutto sul detentore del copyright per provare danni al mercato a seguito dell'uso. Una volta provato, l'utente che rivendica un uso corretto deve quindi dimostrare che il danno si sarebbe verificato anche se non fosse stata appropriata alcuna espressione protetta da copyright. Altrimenti, un effetto negativo sul potenziale mercato del lavoro pesa fortemente sul fair use.

Uso di contenuti video

Con milioni di video YouTube generati ogni giorno, diventa sempre più difficile tenere traccia dei contenuti video che costituiscono un uso corretto o una violazione. Spesso, un video che è effettivamente un uso equo potrebbe essere rimosso per violazione del copyright. Questo video discute ciò che può essere qualificato come uso corretto o violazione e casi specifici di video di YouTube eliminati:

Esempi

Diverse forme di appropriazione stabilite sono comunemente riconosciute come fair use anziché come violazione. Una di queste categorie è la parodia, che utilizza parti di opere protette da copyright per satirizzarle o usarle per fornire commenti sociali. Un'altra categoria riconosciuta di uso corretto è la revisione, in cui le parti protette da copyright utilizzate sono utilizzate per valutare l'opera stessa. Anche scopi puramente educativi come l'insegnamento, la borsa di studio o la ricerca sono generalmente considerati un uso corretto. Questo video parla del Fair use specifico per la musica:

Le forme accertate di violazione comprendono il download o il caricamento di musica, video o libri protetti da copyright, la pubblicazione di immagini protette da copyright senza la corretta attribuzione e / o autorizzazione, o persino l'esecuzione o la riproduzione di musica protetta da copyright senza la corretta licenza o autorizzazione. A volte la violazione si verifica in un'area che di solito rientra nel fair use, come una situazione in cui una recensione di libri includeva ampie citazioni da una biografia presidenziale che conteneva il "cuore" dell'opera.

Articoli Correlati