Campo elettrico vs. campo magnetico

L'area attorno a un magnete all'interno della quale viene esercitata la forza magnetica, è chiamata campo magnetico. Viene prodotto spostando cariche elettriche. La presenza e la forza di un campo magnetico è indicata da "linee di flusso magnetico". Anche la direzione del campo magnetico è indicata da queste linee. Più le linee sono vicine, più forte è il campo magnetico e viceversa. Quando le particelle di ferro vengono posizionate sopra un magnete, le linee di flusso possono essere chiaramente viste. I campi magnetici generano anche energia nelle particelle che vengono a contatto con esso. I campi elettrici vengono generati intorno alle particelle che portano carica elettrica. Le cariche positive vengono attratte verso di essa, mentre le cariche negative vengono respinte.

Una carica in movimento ha sempre sia un campo magnetico che un campo elettrico, ed è proprio questo il motivo per cui sono associati tra loro. Sono due campi diversi con quasi le stesse caratteristiche. Pertanto, sono interconnessi in un campo chiamato campo elettromagnetico. In questo campo, il campo elettrico e il campo magnetico si spostano perpendicolarmente. Tuttavia, non dipendono l'uno dall'altro. Possono anche esistere indipendentemente. Senza il campo elettrico, il campo magnetico esiste in magneti permanenti ed esistono campi elettrici sotto forma di elettricità statica, in assenza del campo magnetico.

Tabella di confronto

Tabella di confronto tra campo elettrico e campo magnetico
Campo elettrico Campo magnetico
NaturaCreato attorno alla carica elettricaCreato attorno alla carica elettrica e ai magneti in movimento
unitàNewton per coulomb, volt al metroGauss o Tesla
VigoreProporzionale alla carica elettricaProporzionale alla carica e alla velocità della carica elettrica
Movimento in campo elettromagneticoPerpendicolare al campo magneticoPerpendicolare al campo elettrico
Campo elettromagneticoGenera VARS (capacitivo)Assorbe VARS (induttivo)
poloMonopole o DipoleDipolo

Cosa sono i campi elettrici e magnetici?

Dal sito Web di Puget Sound Energy (PSE), ecco le spiegazioni per i campi elettrici e magnetici, cosa sono e come vengono prodotti:

I campi magnetici vengono creati ogni volta che c'è un flusso di corrente elettrica. Questo può anche essere pensato come il flusso d'acqua in un tubo da giardino. All'aumentare della quantità di corrente che scorre, aumenta il livello del campo magnetico. I campi magnetici sono misurati in milliGauss (mG). Un campo elettrico si verifica ovunque sia presente una tensione. I campi elettrici vengono creati attorno ad apparecchi e fili ovunque vi sia una tensione. Puoi pensare alla tensione elettrica come alla pressione dell'acqua in un tubo da giardino: maggiore è la tensione, maggiore è l'intensità del campo elettrico. L'intensità del campo elettrico è misurata in volt per metro (V / m). La forza di un campo elettrico diminuisce rapidamente man mano che ci si allontana dalla sorgente. I campi elettrici possono anche essere schermati da molti oggetti, come alberi o le pareti di un edificio.

Natura

Un campo elettrico è essenzialmente un campo di forza creato attorno a una particella carica elettricamente. Un campo magnetico è un campo creato attorno a una sostanza magnetica permanente o ad un oggetto in movimento elettricamente carico.

movimenti

In un campo elettromagnetico, le direzioni in cui si muovono il campo elettrico e magnetico, sono perpendicolari l'una all'altra.

unità

Anche le unità che rappresentano i punti di forza del campo elettrico e magnetico sono diverse. La forza del campo magnetico è rappresentata da gauss o Tesla. La forza di un campo elettrico è rappresentata da Newton per Coulomb o Volt per metro.

Vigore

Il campo elettrico è in realtà la forza per unità di carica sperimentata da una carica di punto non mobile in una data posizione all'interno del campo, mentre il campo magnetico viene rilevato dalla forza che esercita su altre particelle magnetiche e cariche elettriche in movimento.

Tuttavia, entrambi i concetti sono meravigliosamente correlati e hanno svolto ruoli importanti in molte innovazioni rivoluzionarie. La loro relazione può essere chiaramente spiegata con l'aiuto delle equazioni di Maxwell, un insieme di equazioni differenziali parziali che mettono in relazione i campi elettrici e magnetici con le loro fonti, densità di corrente e densità di carica.

Articoli Correlati