Dominante contro recessivo

I geni determinano tratti o caratteristiche, come occhi, pelle o colore dei capelli, di tutti gli organismi. Ogni gene in un individuo è costituito da due alleli: uno proviene dalla madre e uno dal padre. Alcuni alleli sono dominanti, nel senso che alla fine determinano l'espressione di un tratto. Altri alleli sono recessivi e hanno molte meno probabilità di essere espressi. Quando un allele dominante è accoppiato con un allele recessivo, l'allele dominante determina la caratteristica. Quando questi tratti o caratteristiche sono visibilmente espressi, sono noti come fenotipi. Il codice genetico dietro un tratto è noto come genotipo.

Tabella di confronto

Grafico comparativo dominante rispetto a recessivo
Dominante recessiva
DiQuando un allele è dominante, la caratteristica a cui è connessa sarà espressa in un individuo.Quando un allele è recessivo, la caratteristica a cui è collegato ha meno probabilità di essere espressa. I tratti recessivi si manifestano solo quando entrambi gli alleli sono recessivi in ​​un individuo.
documentatoLettera maiuscola (T)Lettera minuscola (t)
EsempioTratto degli occhi castani, gruppo sanguigno A e B.Tratto di occhi blu, gruppo sanguigno

Esempio di ereditarietà

Per quanto riguarda il colore degli occhi, l'allele per gli occhi marroni (B) è dominante e l'allele per gli occhi azzurri (b) è recessivo. Se una persona riceve alleli dominanti da entrambi i genitori (BB) avrà gli occhi marroni. Se riceve un allele dominante da un genitore e un gene recessivo dall'altro (Bb) avrà anche gli occhi marroni. Ma se riceve alleli recessivi da entrambi i genitori (bb), avrà gli occhi blu.

Pertanto, nel caso di Bb (dominante e recessivo), il marrone (B) domina e determina il colore degli occhi. Questo materiale genetico, che determina i tratti (il fenotipo) è chiamato genotipo. Il genotipo è considerato omozigote quando un individuo ha due alleli dominanti o due alleli recessivi. Il genotipo è considerato eterozigote quando un individuo ha un allele dominante e un allele recessivo. Si noti che l'eredità genetica è complessa e non può sempre essere spiegata in questo modo semplice: alcune persone hanno gli occhi verdi, per esempio, e o un occhio blu e un occhio marrone (eterocromia iridio).

Immediatamente sotto è un quadrato di Punnett, una tabella che dimostra la probabilità di ereditare un certo tratto, che in questo caso è il colore degli occhi. L'allele per gli occhi marroni è maiuscolo B e per gli occhi blu è minuscolo b.

MADRE (Sib)
Marrone (B)Blu (b)
PADRE (Sib)Marrone (B)BBBb
Blu (b)Bbbb

Se entrambi i genitori contribuiscono con l'allele dominante (B), il bambino sarà BB e avrà gli occhi marroni. Il bambino avrà anche gli occhi marroni se eredita l'allele dominante (B) da un genitore e l'allele recessivo (b) dall'altro genitore. Questo perché l'allele dominante (B) avrà la precedenza su quello recessivo (b). Se entrambi i genitori contribuiscono con l'allele recessivo (b), il bambino sarà bb e avrà gli occhi blu, anche se entrambi i genitori possono avere gli stessi occhi castani.

Si noti dalla tabella sopra che entrambi i genitori hanno gli occhi marroni, ma hanno anche entrambi alleli recessivi che potrebbero trasmettere a un bambino. In uno scenario del genere in cui entrambi i genitori portano un allele dominante e recessivo, c'è una probabilità del 75% che il bambino abbia gli occhi marroni (BB o Bb) e una probabilità del 25% che abbia gli occhi blu (bb). 3 dei 4 scenari modellati nella piazza Punnett mostrano almeno un allele B.

L'ultimo scenario (bb) mostra come sia possibile per la prole ereditare alleli recessivi da entrambi i genitori, e quindi mostrare un fenotipo recessivo anche se nessuno dei suoi genitori lo fa.

Se uno dei genitori è BB, è impossibile per il bambino avere gli occhi blu, come mostra la tabella sotto.

MADRE (BB)
Marrone (B)Blu (B)
PADRE (Sib)Marrone (B)BBBB
Blu (b)BbBb

Se un genitore è BB e uno è Bb, c'è una probabilità del 50% di avere un figlio BB e una probabilità del 50% di avere un figlio Bb, ma tutti i bambini che questa coppia produce avranno gli occhi marroni.

Altri tipi di dominanza genetica

Questo quadrato di Punnett illustra il dominio incompleto. Quando l'allele R (petalo rosso) si ricombina con l'allele r (tratto di petalo bianco), nessuno dei due alleli è completamente dominante, quindi non è in grado di esprimere pienamente il suo tratto. Invece, il tratto risultante in una pianta con genotipo Rr sono i petali rosa. dell'allele. Questo non è il risultato della fusione dei colori; il tratto dominante è appena espresso in modo meno forte.

Dominanza incompleta

Quando un genitore ha un tratto omozigote (RR) che non può dominare completamente il diverso tratto omozigote (WW) dell'altro genitore, si dice che il genotipo di entrambi i genitori sia incompleto o parzialmente dominante. Nessuno dei tratti dominanti dei genitori può superare il tratto dominante degli altri genitori e le caratteristiche di entrambi i genitori si fondono nella prole. Ciò si traduce in un nuovo tratto misto (fenotipo) con un genotipo eterozigote che può quindi essere trasmesso a discendenti futuri. Un esempio di dominio incompleto si trova nella pianta di Bocca di leone. Quando un fiore di leone rosso (RR) viene incrociato con un fiore bianco (Cristo), il risultato è un fiore rosa (RW). Si noti che in caso di dominio incompleto, gli alleli recessivi non sono mai presenti in nessuno dei due genitori.

codominance

Con i geni codominanti, si vedono entrambe le caratteristiche di entrambi i genitori. Ad esempio, nell'arbusto della camelia, i fiori possono essere rossi o bianchi, ma se una pianta riceve i suoi geni da due piante madri, una con fiori bianchi e una con rosso, i suoi fiori avranno macchie sia rosse che bianche. Come nel caso del dominio incompleto, alleli recessivi non sono mai presenti in nessuno dei genitori quando si verifica la codominanza.

Dominanza mista

Alcune caratteristiche possono essere miscele dei tipi di dominanza sopra descritti. I tipi di sangue umano sono un esempio. I gruppi sanguigni A e B sono codominanti. Se un bambino riceve il gruppo sanguigno A da un genitore e il gruppo sanguigno B dall'altro, sarà di tipo AB. Questo gruppo sanguigno ha caratteristiche che sono una miscela di tipo A e tipo B. Tuttavia, sia A che B sono dominanti sul tipo O, un altro gruppo sanguigno. Quindi se questo bambino invece dovesse ricevere A da un genitore e O dall'altro, sarebbe di tipo A; allo stesso modo, se riceve B da un genitore e O dall'altro, sarà di tipo B.

Disturbi e malattie

Alcune malattie umane sono ereditarie. Se uno o entrambi i genitori hanno una malattia ereditaria, può essere trasmessa a un bambino. Anomalie genetiche possono essere trasmesse su alleli dominanti (eredità autosomica dominante) o alleli recessivi (eredità autosomica recessiva).

È possibile che una persona sia portatrice di una malattia ma non abbia i sintomi della malattia personalmente. Ciò si verifica quando la malattia viene trasportata su un allele recessivo. In altre parole, il tratto non può manifestarsi in nessuna persona con un allele più dominante e sano.

Se un genitore è portatore di una malattia, mentre l'altro ha due alleli sani, la malattia non si manifesterà in nessuno dei suoi discendenti. Tuttavia, se entrambi i genitori sono portatori, hanno una probabilità del 25% di avere un bambino che non è completamente affetto dalla malattia che entrambi portano, una probabilità del 50% di avere un figlio che è anche portatore della malattia e un altro 25% possibilità di avere un bambino che soffre della malattia. Un altro modo di vederlo è che ogni bambino che ha ha il 75% di essere personalmente non affetto dalla malattia.

Come le malattie sono ereditate sull'allele recessivo. Immagine della US National Library of Medicine.

Articoli Correlati