Democrazia vs. Repubblica

La differenza chiave tra una democrazia e una repubblica sta nei limiti posti dal governo dalla legge, che ha implicazioni per i diritti delle minoranze. Entrambe le forme di governo tendono ad usare un sistema rappresentativo - cioè, i cittadini votano per eleggere i politici per rappresentare i loro interessi e formare il governo. In una repubblica, una costituzione o una carta dei diritti protegge alcuni diritti inalienabili che non possono essere portati via dal governo, anche se è stato eletto dalla maggioranza degli elettori. In una "democrazia pura", la maggioranza non è trattenuta in questo modo e può imporre la sua volontà alla minoranza.

La maggior parte delle nazioni moderne - compresi gli Stati Uniti - sono repubbliche democratiche con una costituzione, che può essere modificata da un governo eletto dal popolo. Questo confronto quindi contrappone la forma di governo nella maggior parte dei paesi oggi con un costrutto teorico di una "democrazia pura", principalmente per evidenziare le caratteristiche di una repubblica.

Tabella di confronto

Grafico comparativo Democrazia contro Repubblica
Democrazia Repubblica
FilosofiaIn una democrazia, si ritiene che la comunità di persone detenga potere su come sono governate. Re e tiranni sono visti come minacce ai diritti innati della gente. Come tale, tutti i cittadini eleggibili ottengono la stessa voce nelle decisioni.Le repubbliche sono contrarie al dominio di una sola persona. Tutti i cittadini eleggibili ottengono la stessa voce nelle decisioni tramite rappresentanti eletti. I diritti inalienabili degli individui sono protetti dalla legge per salvaguardare da una maggioranza che abusa della minoranza
DefinizioneRegola a maggioranza. In una democrazia, un individuo e qualsiasi gruppo di individui che compongono una minoranza non hanno protezione contro il potere della maggioranza. Nelle variazioni, le persone possono anche eleggere rappresentanti.Una repubblica è simile a una democrazia rappresentativa, tranne per il fatto che ha una costituzione scritta di diritti fondamentali che proteggono la minoranza dall'essere completamente non rappresentata o maltrattata dalla maggioranza.
Sistema politicoDemocratico. [Nota: questo non è inteso come riferimento a un Partito Democratico.]Repubblicano. [Nota: questo non è inteso come riferimento a un partito repubblicano.]
Struttura socialeLe democrazie sono destinate a resistere alla separazione per classe, politicamente o economicamente. Le distinzioni di classe possono tuttavia essere pronunciate a causa della società capitalista. Varia da stato a stato.Le repubbliche sono destinate a resistere alle separazioni per classe, politicamente o economicamente. Le distinzioni di classe possono tuttavia essere pronunciate a causa della società capitalista. Varia da stato a stato.
Sistema economicoLe democrazie tendono ad essere economie di libero mercato. Le politiche che governano l'economia sono scelte dagli elettori (o dai loro rappresentanti eletti in una democrazia rappresentativa). Di solito capitalista o keynesiano.Le repubbliche sono quasi sempre economie di libero mercato. Le politiche che governano l'economia sono votate dai rappresentanti del popolo. Di solito capitalista o keynesiano.
ReligioneIn generale, la libertà di religione è consentita, sebbene una fazione di maggioranza possa limitare la libertà religiosa per una fazione di minoranza.In generale, la libertà di religione è consentita, soprattutto nella misura in cui esiste un divieto costituzionale di interferire con la libertà di religione.
Scelta liberaGli individui possono prendere decisioni da soli, tranne nella misura in cui una fazione di maggioranza ha individui limitati.Gli individui possono prendere decisioni per se stessi, soprattutto nella misura in cui esiste un divieto costituzionale di interferire con la libertà di scelta.
Elementi chiaveElezioni libere. Suffragio. La legge della maggioranza.Elezioni libere. Costituzione. Suffragio. Diritti individuali.
Proprietà privataIn generale, la proprietà privata è consentita, sebbene una fazione di maggioranza possa porre limiti ai diritti di proprietà.In generale, la proprietà privata è consentita, soprattutto nella misura in cui esiste un divieto costituzionale di interferire con i diritti di proprietà.
DiscriminaionIn teoria, tutti i cittadini hanno la stessa voce e quindi sono trattati allo stesso modo. Tuttavia, spesso consente la tirannia della maggioranza sulla minoranza.In teoria, tutti i cittadini hanno la stessa voce e quindi sono trattati allo stesso modo dal governo, soprattutto nella misura in cui esiste un divieto costituzionale sulla discriminazione del governo.
Esempi moderniPiù della metà del mondo, compresi Stati Uniti, Canada, Europa occidentale, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, ecc. Il Regno Unito è un esempio di un paese democratico che non è una repubblica, poiché ha un monarca.Gli Stati Uniti d'America sono una repubblica democratica costituzionale.
variazioniDemocrazia diretta, democrazia parlamentare, democrazia rappresentativa, democrazia presidenziale.Repubbliche democratiche, repubbliche costituzionali.
Vincoli al governoNo; la maggioranza può imporre la propria volontà alla minoranza.Sì; la maggioranza non può togliere alcuni diritti inalienabili.
Modo di cambiareVoto.Voto.
Esempi famosiAntica Atene (Grecia), Svizzera (13 ° secolo)Roma, Francia, Stati Uniti d'America
La sovranità è detenuta dal'intera popolazione (come gruppo)le persone (individui)
Confusione comune negli Stati UnitiLe persone comunemente confondono la democrazia diretta con la democrazia rappresentativa. Gli Stati Uniti hanno ufficialmente uno stile rappresentativo, anche se molti hanno suggerito che gli Stati Uniti sono più vicini a un'oligarchia o una plutocrazia.Gli Stati Uniti sono in realtà una repubblica democratica. È governato dallo stato di diritto. Gli eletti sono tenuti per giuramento ai limiti di governo scritti (cioè la costituzione) eppure votano "insieme" e creano leggi per affrontare le preoccupazioni dei rappresentati in modo democratico.
Osservazione in praticaLe persone comunemente confondono la democrazia diretta con la democrazia rappresentativa. Gli Stati Uniti hanno uno stile rappresentativo. Ma la volontà popolare non dovrebbe facilmente decidere di cambiare le regole che limitano il potere al governo.La Costituzione degli Stati Uniti definisce gli Stati Uniti come una Repubblica, Articolo 4, Sezione 4 della Costituzione degli Stati Uniti. I fondatori d'America erano diffidenti nei confronti dell'aristocrazia e della monarchia e preferivano una repubblica democratica.
StoriaNato e si è evoluto nell'antica Atene durante il 5 ° secolo. Numerose importanti riforme furono fatte dal leader Solon e poi da Cleisthenes. La democrazia greca fu conclusa nel 322 a.C. da Macedon.Nato a Roma nel 509 a.C. (fino al 27 a.C.), dopo un periodo di re oppressivi. Copiando un po 'dal leader greco, Solone, i leader di Roma crearono leggi ("Le dodici tavole") e un sistema repubblicano con senato, console e tribunali.
Proponenti chiaveThomas Jefferson, John Adams, Noah Webster, Solon, Cleisthenes, Karl MarxCicerone, Benjamin Franklin, Thomas Jefferson, James Madison.
Vista della guerraDipende dall'opinione della maggioranza.Le repubbliche costituzionali fanno raramente guerra l'una contro l'altra, e soprattutto evitano la guerra quando esiste una condizione di libero scambio tra di loro.
svantaggiLe maggioranza possono abusare delle minoranze.dibattiti costanti, deadlock

Che cos'è una democrazia?

Una democrazia è una forma di governo in cui tutti i cittadini ammissibili hanno il diritto alla pari partecipazione, direttamente o tramite rappresentanti eletti, alla proposta, allo sviluppo e alla creazione di leggi. Per dirla in termini molto semplici, è una forma di governo in cui le persone scelgono il proprio governo e la voce delle regole della maggioranza. Una volta stabilita la maggioranza, la minoranza non ha voce in capitolo.

Cos'è una repubblica?

Il termine "repubblica" usato oggi si riferisce a una democrazia rappresentativa con un capo di stato eletto, come un presidente, che serve per un periodo limitato. Anche in una repubblica, è la voce della maggioranza che governa attraverso i rappresentanti scelti; tuttavia, esiste una carta o una costituzione di diritti fondamentali che protegge la minoranza dall'essere completamente non rappresentata o annullata.

Democrazia e Repubblica si escludono a vicenda?

Ci sono molti che fanno questa affermazione: "Gli Stati Uniti sono una repubblica, non una democrazia". Questo fa sembrare che una democrazia e una repubblica si escludano a vicenda. Di solito non lo sono; di solito una repubblica è un tipo di democrazia rappresentativa con alcuni controlli ed equilibri sanciti dalla costituzione che salvaguardano i diritti delle minoranze. Una democrazia "pura" implicherebbe il dominio della maggioranza in ogni ambito della vita, senza tali garanzie.

Gli Stati Uniti sono una democrazia o una repubblica?

Gli Stati Uniti sono una repubblica. Sebbene ora sia comune per le persone, compresi i politici americani, riferirsi agli Stati Uniti come a "democrazia", ​​questa è una scorciatoia per la repubblica rappresentativa che esiste, non per una democrazia pura. La repubblica continua ad essere menzionata nel Pegno di fedeltà, che fu scritto nel 1892 e successivamente adottato dal Congresso nel 1942 come un pegno ufficiale (sebbene "sotto Dio" fu aggiunto in seguito durante l'amministrazione Eisenhower).

"Prometto fedeltà alla bandiera degli Stati Uniti d'America e alla Repubblica, per la quale si trova, una nazione sotto Dio, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti".

Mentre i fondatori non erano d'accordo sul ruolo del governo federale, nessuno cercava di costruire una democrazia pura.

"Ora stiamo formando un governo repubblicano. La vera libertà non si trova né nel dispotismo né negli estremi della democrazia, ma nei governi moderati". —Alexander Hamilton "È che, in una democrazia, il popolo incontra ed esercita il governo di persona: in una repubblica, lo assemblano e lo amministrano dai loro rappresentanti e agenti. Una democrazia, di conseguenza, deve essere limitata a un piccolo punto. Una repubblica può essere estesa su una vasta regione ". —James Madison

Gli americani eleggono direttamente membri del consiglio, governatori, rappresentanti e senatori dello stato e numerosi altri funzionari. (Tuttavia, i senatori sono stati eletti indirettamente in passato.) Alcuni altri funzionari, come i sindaci, possono o meno essere eletti direttamente. [1]

Il presidente viene eletto indirettamente tramite il collegio elettorale. I rami legislativo ed esecutivo nominano quindi vari funzionari nelle loro posizioni. Ad esempio, il presidente (ramo esecutivo) nomina un giudice alla Corte suprema quando deve essere occupato un seggio; il Senato (ramo legislativo) deve confermare questa nomina.

implicazioni

Ci sono diverse implicazioni politiche che derivano dal fatto che gli Stati Uniti sono una repubblica. Le leggi approvate dalla maggioranza - attraverso i loro rappresentanti nel governo (federale o locale) - possono essere contestate e annullate se violano la costituzione degli Stati Uniti. Ad esempio, le leggi di Jim Crow che imponevano la segregazione razziale erano considerate incostituzionali e furono abrogate, e in Brown contro Board of Education, la Corte Suprema degli Stati Uniti abrogò la segregazione scolastica sponsorizzata dallo stato.

Nel 1967, con Loving contro Virginia, la Corte Suprema ha annullato tutte le restanti leggi anti-incrocio di razze che vietavano le relazioni interrazziali, compresi i matrimoni. Nel 1800, tuttavia, la corte aveva deciso a favore dei diritti degli Stati di vietare il sesso interrazziale, la convivenza e il matrimonio. Ciò illustra il potere dei costumi culturali, che influenzano l'interpretazione della costituzione.

In casi più recenti, la legge sulla riforma sanitaria del 2010 (nota anche come Obamacare) è stata impugnata dalla Corte Suprema degli Stati Uniti perché costringe le persone ad acquistare un'assicurazione sanitaria. La legge è stata approvata dalla maggioranza al Congresso, ma i critici sostengono che viola le libertà individuali costringendo gli individui a impegnarsi nel commercio, un potere che il governo non ha in questa repubblica. Alla fine, la Corte ha stabilito che il mandato individuale era costituzionale, ma che gli Stati non avrebbero dovuto essere tenuti ad espandere Medicaid.

Un altro esempio è la California Proposition 8, un emendamento costituzionale dello stato in cui la maggioranza degli elettori in California ha votato per rendere illegali i matrimoni tra persone dello stesso sesso. I critici della legge sostengono che ciò viola le libertà individuali delle coppie gay e lesbiche, e la maggioranza non ha il diritto di farlo in una repubblica. Mentre i tribunali della California hanno accolto l'emendamento che lo ha ritenuto costituzionale, un tribunale federale lo ha annullato, ritenendo che fosse incostituzionale ai sensi della clausola di due processi e della parità di protezione del quattordicesimo emendamento.

Un altro esempio è Citizens United contro Federal Election Commission (2010). Citizens United è un'organizzazione conservatrice che ha fatto causa alla Commissione elettorale federale per le sue restrizioni al finanziamento della campagna. La Corte suprema si è pronunciata a favore di Citizens United, affermando che la limitazione del diritto di un'organizzazione o di una società a finanziare una campagna politica è una limitazione dei diritti di libertà di parola di tale entità ai sensi del Primo Emendamento.

Se gli Stati Uniti non fossero una repubblica, le leggi approvate dal governo (elette dalla maggioranza) non potevano essere contestate. La Corte Suprema (e, in effetti, anche le corti inferiori) può determinare quali leggi sono costituzionali e ha il potere di sostenere o rovesciare le leggi che ritiene incostituzionali. Ciò dimostra che lo stato di diritto e la Costituzione degli Stati Uniti sono autorità più elevate della volontà della maggioranza in un dato momento.

Storia delle democrazie e delle repubbliche

Le democrazie sono più vecchie delle repubbliche. Individuare quale luogo o popolo avesse la prima democrazia o repubblica del mondo, tuttavia, è difficile. Molti paesi, tribù e culture avevano almeno alcune procedure democratiche o repubblicane. Ad esempio, il voto su questioni comunitarie, l'elezione degli anziani al potere e persino la creazione di regole relative ai diritti individuali si sono verificati su scala ridotta e talvolta più ampia.

Anche così, la democrazia più ben documentata fu trovata ad Atene, in Grecia, e fu fondata intorno al 500 a.C. [2] Sotto la democrazia ateniese, il popolo votò su ogni legge. Questa era una democrazia pura o diretta in cui la maggioranza aveva il controllo quasi completo sui diritti e sul progresso.

La repubblica di rappresentanza storica più documentata è la Repubblica Romana, che si sviluppò poco dopo la democrazia ateniese, ancora intorno al 500 a.C. Lo stato di diritto favorito dalla Repubblica Romana rimane popolare nella maggior parte dei governi di oggi. Vale la pena notare che la Repubblica Romana aveva una costituzione non scritta che si adattava costantemente ai principi mutevoli. [3]

Democrazie e Repubbliche oggi

Nonostante l'uso comune della parola "democrazia" e il desiderio di "diffondere la democrazia", ​​la maggior parte dei paesi del mondo oggi governa come repubbliche. Tuttavia, le repubbliche differiscono ampiamente, con alcune che operano sotto un sistema presidenziale, in cui il popolo elegge direttamente o quasi direttamente un presidente che è il capo del governo; un sistema parlamentare, in cui il popolo elegge un legislatore che decide il ramo esecutivo; e persino monarchie costituzionali e parlamentari che tendono a comportarsi come repubbliche ma spesso hanno polene reali.

Clicca per ingrandire. Una mappa che mostra oggi i diversi tipi di repubbliche nel mondo.

Articoli Correlati