CD vs. disco in vinile

Il confronto tra Compact Disc (CD) e dischi in vinile o grammofono è l'equivalente musicale del confronto tra fotografia digitale e fotografia cinematografica. I CD e i dischi in vinile sono formati di archiviazione e riproduzione audio basati su dischi rotanti, di epoche diverse nella storia della musica. L'audio del CD viene codificato e letto digitalmente da un laser, mentre l'audio analogico in vinile viene letto fisicamente da un ago.

Il formato di musica digitale dei CD (e sempre più MP3) è oggi la scelta dominante sia per i professionisti che per i consumatori. Dal punto di vista tecnico, l'audio del CD è di gran lunga superiore al vinile, ma c'è sempre una certa nicchia di persone che preferiscono il metodo analogico e sostengono che qualcosa viene perso dalla conversione del suono in dati digitali. Non sorprende che questa nicchia si stia espandendo mentre i vecchi dischi in vinile stanno vivendo un rinascimento tra gli appassionati di musica moderna, artisti della registrazione e audiofili.

Tabella di confronto

Tabella di confronto tra CD e dischi in vinile
CD Disco in vinile
introduzioneUn CD è un disco di dimensioni variabili in grado di contenere cifre di dimensioni nanometriche formattate come file digitali.Un disco in vinile (noto anche come grammofono) è un supporto di memorizzazione del suono analogico sotto forma di un disco di polivinilcloruro (precedentemente Shellac) con un solco a spirale modulato inciso.
FormatoDigitaleAnalogico
CostruzioneDisco di plastica codificato con piccole fosse sotto uno strato sottile di alluminio riflettente.Disco in vinile pressato con scanalatura a spirale continua, dal bordo al centro. Di solito a doppia faccia.
Meccanismo di letturaLaser a lunghezza d'onda 780 nm.Ago di metallo
RPM200 - 500 giri / min.33 - 78 RPM.
Degrado fisico nel tempoNo.Sì, con giochi ripetuti.
IntegritàPiù resistente al calore e all'umidità, ma ancora vulnerabile ai graffi.Più sensibile a calore, umidità, polvere e graffi.
CapacitàDisco standard da 4, 7 pollici - 80 minuti.12 pollici LP (33 RPM) - 45 minuti.
vantaggiPortabilità, controllo della riproduzione digitale, durata della vita, amatoriale.Calore, riproduzione di registrazioni analogiche, nostalgia.
svantaggiDegradazione, quantizzazione.Degrado, fragilità, rumore di superficie, errore di tracciamento.
Intervallo di frequenze0-22.5KHz~ 20-30Hz, tecnicamente nessun limite superiore
Gamma dinamica90dB55-70 dB, a seconda dell'usura
StoriaCollaborazione Philips e Sony disponibile nel 1982 per i consumatori.Formati competitivi fino a quando gli LP da 12 pollici a 33 giri / min diventarono standard negli anni '40.
Dove trovareCDUniverse.com SecondSpin.comDiscogs.com RecordsAlbums.com

Qualità del suono

Dal punto di vista tecnico, la qualità audio del CD digitale è chiaramente superiore al vinile. I CD hanno un miglior rapporto segnale-rumore (cioè c'è meno interferenza da sibilo, rombo del giradischi, ecc.), Una migliore separazione dei canali stereo e non hanno variazioni nella velocità di riproduzione. Gli argomenti contro l'audio digitale derivano dal fatto che, indipendentemente dalla precisione del campionamento (~ 44.000 volte al secondo è standard), la suddivisione della musica in dati binari non può mai eguagliare la natura fluida e continua del vinile analogico. Proprio come un milione di pixel quadrati non può mai creare una curva perfetta in un'immagine se si osserva abbastanza da vicino.

Il vinile, innegabilmente soggetto a interferenze fisiche e rumori, ha una crescente reputazione per un suono più caldo e realistico. Gli argomenti tecnici per questo di solito si incentrano sull'intrinseca frastagliatura del campionamento digitale, nonostante il fatto che elevate frequenze di campionamento combinate con l'antialiasing (smussamento dei bordi) neghino tecnicamente questo argomento. Tuttavia, l'affermazione soggettiva di un suono complessivamente "migliore" rimane certamente tra molti appassionati e musicisti professionisti.

Vinile o CD: cosa suona meglio?

La guerra tra suono analogico e digitale continuerà tra gli audiofili. Mentre i puristi e gli appassionati di musica retrò insisteranno su un suono più puro e migliore del vinile, le loro controparti progressiste credono nell'accuratezza della tecnologia. NPR cerca di risolvere questo dibattito eterno con l'aiuto di due esperti di audio attraverso Why Vinyl Sounds Better Than CD, Or Not, una discussione sulla scienza dell'audio e su come le percezioni possono modellare l'esperienza del suono.

Formato digitale vs. analogico

I CD sono un supporto di memorizzazione di musica digitale, il che significa che la musica è codificata come dati binari. Il formato CD standard è un'impostazione a 2 canali, 16 bit, 44, 1 kHz. I dati vengono letti da un laser e quindi decodificati per produrre la riproduzione audio.

Il vinile è un supporto di memorizzazione analogico, il che significa che esiste una registrazione fisica della musica impressa sul disco in vinile, letta da un ago sensibile chiamato stilo. L'album in vinile standard è l'LP da 12 pollici 33 rpm, l'EP da 7 pollici 33 rpm e il singolo da 7 pollici 45 rpm. La capacità di un disco in vinile è determinata dal diametro e dalla velocità di riproduzione (dischi più grandi e riproduzione più lenta significano più capacità). I canali stereo sono divisi in lati separati del groove.

La conversione dell'audio analogico in audio digitale ha spiegato, in breve, di Mr. Audio:

La musica digitale come fonte per il vinile

Scrivendo per il Wall Street Journal, Neil Shah ha riportato nel suo articolo Why Vinyl's Boom is Over that

I vecchi LP sono stati tagliati da nastri analogici - ecco perché suonano così di alta qualità. Ma la maggior parte degli album in vinile nuovi e rieditati di oggi - circa l'80% o più, stimano diversi esperti - partono da file digitali, anche da CD di qualità inferiore. Questi file digitali sono spesso rumorosi e duri, ottimizzati per auricolari, non per soggiorni. Quindi il nuovo LP in vinile a volte è inferiore a quello che un consumatore sente su un CD.

Le principali etichette affermano di utilizzare master analogici originali. Potrebbero avere il tempo e il budget per emettere LP da nastri analogici, ma le etichette più piccole spesso tagliano gli angoli quando non possono permettersi le spese di ingegneria e di registrazione dell'uso del nastro.

Fragilità e durata della vita

I CD non subiscono alcun degrado fisico a causa di riproduzioni ripetute, poiché il meccanismo di lettura laser non si logora fisicamente sulla superficie. I CD sono meno sensibili alla temperatura, all'umidità e alla maneggevolezza rispetto al vinile, ma sono comunque suscettibili a graffi e temperature o condizioni estreme. I dischi timbrati non perdono qualità nel tempo, ma i formati CD-R e CD-RW utilizzati in casa dai consumatori possono degradare lentamente nel corso di diversi anni.

I dischi in vinile iniziano a peggiorare in termini di qualità attraverso riproduzioni ripetute, poiché il meccanismo di lettura è un'esigenza che opera attraverso l'attrito fisico con il disco. Il vinile è anche più sensibile al calore, all'umidità, ai graffi e alla polvere. Una raccolta di dischi in vinile deve essere conservata in un ambiente controllato per evitare il degrado.

Partecipazione amatoriale

L'avvento dei formati CD-R e CD-RW, che, anziché essere timbrati in fabbrica, utilizzano coloranti fotosensibili per consentire la scrittura da unità disco capaci, ha aperto le porte a chiunque abbia un computer moderno per creare i propri CD in un costo molto economico. L'audio digitale può essere condiviso facilmente e istantaneamente, il che ha portato a un importante decentramento dell'intera attività musicale. Ora i dilettanti possono registrare musica digitale, creare CD e vendere direttamente la musica.

Il processo di stampa di dischi in vinile e registrazione di audio analogico di alta qualità rimane in gran parte nelle mani degli esperti, poiché l'attrezzatura richiesta è costosa.

Inizia la tua collezione di vinili

Se sei incantato dal fascino vintage dei dischi in vinile o sei curioso della qualità del suono, la presentazione di Rick Vugteveen sarebbe un ottimo posto per conoscere i dischi in vinile e forse anche iniziare una collezione:

Dove comprare

Amazon ha un elenco dei migliori giradischi insieme a una vasta collezione di dischi in vinile più venduti attuali e popolari.

Contesto storico

Il formato del CD è stato creato da una collaborazione tra Philips e Sony ed è diventato disponibile sul mercato nel 1982. Ironicamente, molti dei primi ad adottare la nuova tecnologia digitale erano audiofili e amanti della musica classica - la stessa nicchia di acquirenti che è ora associata al rinascita del vinile. Il formato del compact disc digitale si è evoluto in più moduli per gestire i dati (CD-ROM, DVD, Blu-ray). Le vendite di CD audio sono in calo negli ultimi anni, principalmente a causa della crescita dei download di musica.

Sebbene le tecnologie dei dischi in vinile possano essere ricondotte al fonautografo degli anni 1850, i moderni dischi in vinile non sono diventati lo standard fino agli anni '30, quando RCA ha introdotto i suoi dischi in vinile a 78 giri / min. Dopo la seconda guerra mondiale, i record di microgroove a 33 e 45 giri / min diventarono disponibili. Alla fine gli LP da 12 pollici a 33 rpm sono diventati lo standard per gli album in vinile, mentre i dischi da 7 pollici sono diventati EP.

Articoli Correlati