Cartello contro Oligopolio

In economia, un oligopolio è una struttura di mercato in cui l'industria è dominata da un piccolo numero di venditori (oligopolisti). I venditori dominanti, dato che sono così pochi in numero, sono probabilmente entrambi consapevoli delle azioni degli altri. Le decisioni di una ditta influenzano e sono influenzate dalle decisioni di altre imprese.

Un cartello è un caso speciale di oligopolio quando le imprese concorrenti di un'industria colludono per creare accordi espliciti e formali per fissare prezzi e quantità di produzione. In teoria, un cartello può essere formato in qualsiasi settore, ma è pratico solo in un oligopolio in cui vi è un piccolo numero di imprese. I cartelli sono generalmente vietati dalla legge antitrust.

Tabella di confronto

Cartello contro grafico comparativo di oligopolio
Cartello oligopolio
SensoUn accordo esplicito e formale tra le aziende di un settore per fissare il prezzo e la quantità di produzione.Una condizione di mercato economica in cui numerosi venditori hanno la loro presenza in un unico mercato. Un piccolo numero di grandi aziende che dominano il settore.
PrezziInsolitamente alto. I prezzi sono fissati dai membri del cartello.Prezzi moderati / equi a causa della concorrenza nel mercato. Ma molto più alta della concorrenza perfetta (dove c'è un gran numero di acquirenti e venditori)
caratteristicheUn piccolo numero di aziende domina il settore. Prezzi e quantità di produzione sono fissi. Il prodotto è indifferenziato.Un piccolo numero di aziende domina il settore. Queste aziende competono tra loro in base alla differenziazione del prodotto, al prezzo, al servizio clienti ecc.
Barriere all'ingressoLe barriere all'ingresso sono molto elevate in quanto è difficile entrare nel settore a causa delle economie di scala.Le barriere all'ingresso sono molto elevate in quanto è difficile entrare nel settore a causa delle economie di scala.
Fonti di potereCapacità di fare mercato grazie a un accordo esplicito tra gli attori dominanti del settore.Capacità di fare mercato grazie alle pochissime aziende del settore. Ogni impresa può quindi influenzare in modo significativo il mercato fissando il prezzo o la quantità di produzione.
EsempiOPEC, cartello sulla lisina, Federal ReserveAssicuratori sanitari, operatori wireless, birra (Anheuser-Busch e MillerCoors), media (trasmissioni TV, editoria di libri, film), ecc.

Esempi

L'OPEC è il cartello delle nazioni produttrici di petrolio. Murray Rothbard considerava la riserva federale come un cartello pubblico di banche private. Negli Stati Uniti, le telecomunicazioni e i servizi a banda larga sono industrie oligopolistiche. L'assicurazione sanitaria è un altro esempio di oligopolio perché ci sono pochissimi assicuratori in ogni stato.

Caratteristiche dei prodotti

I cartelli sono più stabili se l'industria si occupa di materie prime piuttosto che di prodotti differenziati perché è più facile fissare il prezzo e le quantità di produzione. In tali situazioni, se si verifica un cambiamento nella quota di mercato di un membro dell'intesa, il membro saprà immediatamente che ciò è potenzialmente dovuto all'aumento o alla riduzione dei prezzi effettuati da un altro membro.

In un oligopolio i prodotti possono essere omogenei o differenziati. Gli oligopoli sono in grado di stabilire i prezzi (hanno un potere di mercato) ma competono anche con altre aziende del settore in base alla differenziazione dei prodotti.

Implicazioni sulla teoria dei giochi

In termini di teoria dei giochi, un accordo sul cartello è come il dilemma del prigioniero. Tutti i membri dell'intesa staranno meglio se si attengono ai prezzi e alle quantità di produzione concordati. Ma per ogni singolo membro, è vantaggioso imbrogliare aumentando la produzione o riducendo i prezzi (vendendo così più prodotti). Questo è il motivo per cui i cartelli sono molto difficili da sostenere nella pratica e spesso hanno vita breve.

Anche la teoria dell'oligopolio fa un uso pesante della teoria dei giochi. I modelli oligopolistici includono:

  • Il duopolio di Stackelberg: esiste un leader nel mercato, un'azienda che agisce per prima cosa, ad esempio determinando il livello di produzione. Una volta che il leader del mercato ha preso questo impegno, i follower del settore prendono le loro decisioni.
  • Il duopolio di Cournot: non vi è alcuna differenziazione del prodotto ma le aziende non colludono. Ogni azienda ha un'influenza sui prezzi e lo esercitano scegliendo la quantità in cui fabbricare il prodotto. Tutte le aziende scelgono le quantità contemporaneamente.
  • L'oligopolio di Bertrand: è simile al modello di Cournot ma le aziende esercitano il potere di mercato scegliendo i prezzi.

Articoli Correlati