Bronchite vs. Polmonite

Sia la bronchite che la polmonite sono causate dall'infiammazione nei polmoni, ma la bronchite è più spesso virale e la polmonite è solitamente batterica. La bronchite si verifica principalmente dopo la mezza età e non può essere realmente prevenuta da chi è a rischio. La polmonite, d'altra parte, può essere prevenuta prendendo le misure appropriate.

La bronchite può essere acuta o cronica; questo confronto parla di bronchite acuta, dalla quale il paziente può riprendersi in circa due settimane.

Tabella di confronto

Grafico comparativo della bronchite contro la polmonite
Bronchite Polmonite
introduzioneLa bronchite è un'infiammazione delle mucose dei bronchi. La bronchite può essere divisa in due categorie: acuta e cronica.La polmonite è una condizione infiammatoria del polmone, che colpisce principalmente le microscopiche sacche d'aria note come alveoli.
Le causeInfezione solitamente virale, sebbene a volte batterica Membrane infiammate del muco nei passaggi bronchialiLe membrane irritate si gonfiano, causando tosse
Fattori di rischioPrima infezione delle vie respiratorie superiori, fumo, età, malattia da reflusso gastroesofageo (GERD)Età, diabete, patologie cardiache Patologie polmonari: BPCO, ostruzione bronchiale, infezioni polmonari virali, intubazione
SintomiLa tosse secca progredisce in "espettorato mucopurulento", muco dai polmoniLeggera febbre, affaticamento, sensazione di bruciore al petto, respiro sibilante
FebbreLeggero o inesistenteSpesso superiore a 101 gradi F
TosseAll'inizio asciuttoProduce muco
MucoChiaro, giallo, verde o sfumato di sangueArrugginito, verde o tinto di sangue
GravitàLa visita del medico è necessaria solo per anziani, bambini piccoli e persone con sistema immunitario compromessoRicovero necessario per anziani, persone con fattori di rischio e persone con sistema immunitario compromesso
TrattamentoNessun antibiotico se non causato da batteri In alcuni casi steroidi orali e ossigeno supplementareGli antibiotici; In alcuni casi è necessario ossigeno supplementare
ICD-10J20-J21, J42J12, J13, J14, J15, J16, J17, J18, P23
ICD-9466, 491, 490480-486, 770, 0
DiseasesDB2913510166
MedlinePlus001.087000145
eMedicinearticolo / 807035 articolo / 297108elenco di argomenti
MagliaD001991D011014
DurataIn genere dura da due a tre settimanePuò durare più di due o tre settimane.

Sintomi

La bronchite è un'infezione che causa infiammazione dei bronchi (tubi nei polmoni). Con la bronchite acuta, una tosse secca progredisce per formare espettorato mucopurulento (muco) nei polmoni. Il muco è chiaro, giallo, verde o sfumato di sangue. I pazienti avvertono anche affaticamento, respiro sibilante e sensazione di bruciore al petto. La febbre, se non del tutto presente, può essere solo lieve.

La polmonite è un'infiammazione dei polmoni, solitamente causata da batteri o virus. I pazienti hanno difficoltà a respirare, brividi e tosse che produce muco. Il muco è arrugginito, verde o tinto di sangue. I sintomi possono anche includere una frequenza cardiaca elevata (più veloce di 100 battiti al minuto) e una frequenza respiratoria elevata (più veloce di 24 respiri al minuto). La polmonite provoca spesso febbre superiore a 101 gradi F.

Le cause

La bronchite è causata da un'infezione, di solito virale, sebbene a volte sia nota per essere batterica. L'infezione provoca infiammazione delle mucose nei passaggi bronchiali. Le membrane irritate si gonfiano, causando tosse. I virus che causano la bronchite includono coronavirus, influenza A e B, parainfluenza, rinovirus e RSV. Le infezioni batteriche sono causate da uno dei seguenti: bordetella pertussis, clamidia, influenza H, katarrhalis, moraxella, micoplasma, S. Aureus o S. pneumoniae.

La polmonite è anche causata da un'infezione ed è più spesso batterica che virale. L'infezione provoca infiammazione dei polmoni. A causa dell'infiammazione, il polmone perde liquidi e rilascia cellule morte, ostruendo i sacchi d'aria. Mentre il fluido si accumula, il corpo non riceve abbastanza ossigeno. Gli organismi responsabili dell'infezione polmonare sono S. pneumoniae e Mycoplasma pneumoniae.

Fattori di rischio

Alcuni fattori di rischio come il fumo pesante rendono le persone più inclini alla bronchite acuta. Le persone con una precedente infezione delle vie respiratorie superiori hanno la bronchite più spesso, così come quelle con malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Anche l'età è considerata un fattore di rischio.

Come per la bronchite, l'età e il fumo contribuiscono al rischio di polmonite. Le persone con diabete, disturbi cardiaci o disturbi polmonari come BPCO, ostruzione bronchiale o infezioni polmonari virali hanno maggiori probabilità di sviluppare polmonite. La polmonite è nota per prevalere tra le persone che sono state intubate o hanno subito un ictus.

La bronchite e la polmonite colpiscono gli anziani e i bambini più di qualsiasi altra fascia d'età.

demografia

Negli Stati Uniti, circa 1 su 21, o 12, 5 milioni, le persone sperimentano una bronchite acuta ogni anno. Nel 1999, ci sono stati 388 decessi correlati a bronchite acuta e bronchiolite.

Per la polmonite, la geografia si riferisce a casi in tutto il mondo: il 97% dei casi di polmonite si verificano nei paesi in via di sviluppo. La posizione geografica nel mondo sviluppato non influenza i casi di polmonite. Tuttavia, tra le persone con polmonite, quelle nei paesi sviluppati hanno maggiori probabilità di sopravvivere alla polmonite, i maschi hanno il 30% in più di probabilità di morire rispetto alle femmine e i bambini e gli anziani hanno meno probabilità di sopravvivere.

Percentuale di decessi totali nei bambini sotto i 5 anni causati da polmonite in tutto il mondo

Prevenzione

La bronchite non può davvero essere prevenuta in quanto tale, ma il rischio di contrarre la bronchite può essere ridotto ottenendo una vaccinazione antinfluenzale, evitando l'esposizione a batteri e irritanti come acari della polvere, fumi e inquinamento dell'aria. Soprattutto, evitare il fumo di sigaretta di prima o seconda mano.

La polmonite può essere prevenuta principalmente. Per le persone ad alto rischio di polmonite, è importante ottenere una vaccinazione contro la polmonite da pneumococco. Fare un vaccino antinfluenzale, evitare il fumo di sigaretta e lavarsi le mani spesso riduce il rischio di contrarre la polmonite.

Diagnosi e terapia

I medici diagnosticano la bronchite durante un esame fisico. In generale, le persone con bronchite non devono andare dal medico, a meno che non siano a rischio o abbiano un sistema immunitario compromesso. I medici non prescrivono antibiotici a meno che l'infiammazione non sia causata da batteri piuttosto che da un virus. In alcuni casi, i malati richiedono steroidi orali e ossigeno supplementare. La bronchite acuta di solito dura tra le due e le tre settimane.

I medici diagnosticano anche la polmonite durante un esame fisico e possono richiedere anche una radiografia del torace. Generalmente prescrivono antibiotici e talvolta ossigeno supplementare. Il ricovero è spesso necessario per gli anziani, i soggetti a rischio e le persone con sistema immunitario compromesso. La polmonite può durare più di due o tre settimane.

Articoli Correlati