Blues vs. Jazz

Uno scherzo interno nei circoli jazz e blues dice "Un chitarrista blues suona 3 accordi di fronte a migliaia di persone e un chitarrista jazz suona migliaia di accordi di fronte a 3 persone".

L'obiettivo principale della musica jazz è la dinamica e l'improvvisazione di un ensemble, mentre la musica blues è solitamente incentrata su un singolo chitarrista / cantante e il contenuto lirico personale della canzone. La maggior parte dei brani jazz sono puramente strumentali, mentre una canzone blues contiene sempre testi.

La musica blues esisteva prima del jazz e può essere considerata un elemento della musica jazz. Tuttavia, il jazz non sarebbe considerato di per sé una parte della musica blues.

Tabella di confronto

Tabella comparativa tra blues e jazz
Blues Jazz
Origini culturaliFine del XIX secolo, Stati Uniti meridionaliAll'inizio del XX secolo nelle comunità afroamericane negli Stati Uniti meridionali.
Origini stilisticheMusica folk afroamericana, Canzone di lavoro, SpiritualitàUn mix di tradizioni musicali africane ed europee.
Strumenti tipiciChitarra, Basso, Pianoforte, Armonica, Contrabbasso, Batteria, Sassofono, Voce, Tromba, Trombone, a volte violinoChitarra, Pianoforte, Basso, Sassofono, Tromba, Clarinetto, Batteria, Tuba, Contrabbasso.
Forme derivateBluegrass, Jazz, R&B, Rock and roll, Musica rockCalypso, Funk, Fusion, Jazz blues, Latin jazz, Ragtime, Soul, Swing,
Popolarità principaleDiffuso dall'inizio del XX secoloEra ampiamente utilizzato nei bordelli
TonoMalinconico, acuto, lentoOscillare, ondeggiare, generalmente associato alla levigatezza ma può essere astratto e iper
Artisti popolariBB King, Muddy Waters, WC Handy, John Lee Hooker, Mammie Smith, Gus Cannon, Ma Rainey, Leadbelly, Big Bill Broonzy, T-Bone Walker, Mississippi John Hurt, Rev. Gary Davis, Tommy Johnson, Sonny Boy Williamson, Eric Clapton, Hwolin 'WolfMiles Davis, Ornette Coleman, Louis Armstrong, John Coltrane, Duke Ellington, Dizzy Gillespie, John Zorn, Elvin Jones, Charlie Parker, Thelonious Monk, Dave Brubeck, Herbie Hancock, Frank Sinatra, Charles Mingus, Ella Fitzgerald, Billie Holiday
Definire gli elementiFormato di chiamata e risposta, strutture di accordi cicliche e standard, focus sul chitarrista / cantante, semplici progressioni di accordi.Improvvisazione democratica, doppiaggio strumentale, ritmi sincopati, attenzione al gruppo, complicate strutture di accordi.
GenereGenere e forma musicali basati su schemi di accordi, note blu e testi emotivi.Genere musicale con enfasi su improvvisazione, interazione di gruppo e ritmi sincopati.
Radici musicaliBallate narrative, canzoni di lavoro, hollers sul campo.Ritmi africani, canzoni di lavoro, bande musicali, musica del primo blues ragtime.
Luogo di nascitaMississippi e Texas, poi ChicagoNew Orleans, poi a Chicago e New York
Primo documentato1908: primo spartito blues pubblicato - I Got the Blues di Antonio Maggio.1917: prima registrazione della Original Dixieland Jass Band.
EtimologiaNel misticismo dell'Africa occidentale, le vesti del lutto erano tinte di blu per indicare la sofferenza.Probabilmente derivato dal gelsomino, un termine gergale ormai obsoleto che significa energia, vigore e spirito, risalente al 1860.

Espressione

Il jazz è un ampio stile musicale, notoriamente difficile da definire, ma con una base generale di improvvisazione, ritmi sincopati e interazione di gruppo. Considerato una forma musicale interamente americana, il jazz ebbe origine alla fine del XIX secolo all'interno delle comunità nere degli Stati Uniti meridionali. Un ensemble jazz di solito suona una melodia predeterminata, con ogni musicista che aggiunge le proprie interpretazioni. Questa improvvisazione è l'elemento che definisce il jazz e si basa sull'umore dei musicisti, sull'interazione del gruppo e persino sulla risposta del pubblico alla musica. Gli artisti jazz cercano di creare un tono unico ed espressivo per il loro strumento, noto anche come "voce". Esperti musicisti jazz suonano e interagiscono con un ritmo swing, un ritmo propulsivo o un ritmo che crea una risposta viscerale di battiti del piede o di testa. Questi ritmi hanno radici nella musica tradizionale africana, usando i ritmi dei ritmi sincopati per creare il ritmo.

Il blues è un genere di musica basato sui tradizionali schemi di accordi, scale e testi emotivi del blues, spesso eseguito da un chitarrista solista / cantante. Una progressione ripetuta di accordi come il blues a 12 battute viene riprodotta nei testi, principalmente una narrazione sui guai della vita: amore perduto, maltrattamenti e povertà. La musica blues è quasi sempre basata sulla chitarra ed è caratterizzata dalla sua struttura, che è spesso semplice in termini di progressioni di accordi e testi ripetuti. Le scale blues contengono note 'blu' - note suonate a un tono leggermente abbassato - che danno alla musica un suono distintivo. Il focus della musica blues è di solito il cantante / chitarrista, anche quando l'esecutore è supportato da una band. Mentre l'improvvisazione fa spesso parte del blues, raramente c'è molta deviazione dalla struttura di accordi di base della canzone.

Questa rappresentazione video si inserisce nella realtà radice della musica blues:

Perché Jazz e Blues vanno di pari passo

Entrambi i tipi di musica emersero nel profondo sud americano verso la fine del 19 ° secolo e si diffusero a nord e formarono vari sottogeneri. Jazz e blues sono entrambi caratterizzati dall'uso di note "blu", note oscillate e ritmi sincopati. Quando i musicisti blues iniziano a improvvisare pesantemente, la linea tra blues e jazz inizia a diminuire. In effetti, la padronanza del suonare in stile blues è considerata parte dell'apprendimento del jazz.

Canzoni di lavoro: The Common Denominator

Le canzoni tradizionali di lavoro afroamericano hanno portato sia al jazz che al blues. Queste canzoni ritmiche a cappella hanno avuto origine da schiavi agricoli e hanno reciso diversi scopi, dalla sincronizzazione del movimento fisico in un gruppo e dall'aumento del morale, all'espressione della rabbia e della frustrazione o alla resistenza alle difficoltà. Man mano che gli schiavi improvvisavano e modificavano i versi, le canzoni divennero anche di forma sovversiva di espressione e ribellione.

Storia

A New Orleans alla fine del XIX secolo, le bande musicali in ottone davano lunghe esibizioni durante i funerali e le sfilate. I musicisti si annoiano e iniziano a improvvisare, usando i ritmi sincopati della musica vocale afroamericana in melodie e stracci militari tradizionali. Mentre questi musicisti si trasferivano in altre città, portarono questa improvvisazione ritmica che incorporava strumenti sit-down come pianoforti e batteria. La musica blues è stata una parte importante del primo jazz, poiché i musicisti hanno iniziato a improvvisare su progressioni e scale tradizionali del blues. La musica alla fine si diffuse a nord, mettendo radici e evolvendosi in città come Chicago e New York City, e divenne uno dei generi musicali più popolari in America, è l'apice dell'era Jazz degli anni '20 e la musica swing degli anni '30. Bill Taylor offre un resoconto molto interessante della storia del jazz:

La musica blues è nata alla fine del 1800, ma le origini precise sono oscure a causa dei bassi tassi di alfabetizzazione della comunità nera in quel momento e della discriminazione razziale con i circoli musicali e accademici. La musica è stata per la prima volta raccontata nel Mississippi e nel Texas meridionale nel 1901 e ha origini nella musica vocale non accompagnata di schiavi e strutture di accordi europei. Negli anni '20 la musica blues faceva parte della popolare scena musicale americana e la prima registrazione della chitarra slide, che arrivò a caratterizzare il sottogenere Delta Blues, fu fatta nel 1923 da Sylvester Weaver. Il blues basato sulla chitarra elettrica divenne popolare dopo la seconda guerra mondiale e ebbe una grande influenza sulla musica rock and roll.

Live Arts su YouTube ha realizzato un documentario in 4 parti su History of Blues. Ecco la parte 1:

Se questo ti interessa, potresti anche trovare interessanti la Parte 2, la Parte 3 e la Parte 4.

Parole chiave

  • Ritmi sincopati: deviazione ritmica dal ritmo standard.
  • Nota oscillata: una nota di uguale tempismo suonata con durata disuguale
  • Note blu: note cantate o suonate appiattite o piegate gradualmente (dalla terza alla terza maggiore) in relazione al tono della scala maggiore.

Pezzi famosi

Ascolta Take Five del Dave Brubeck Quartet, uno dei brani più famosi e leggendari della storia della musica jazz:

E una composizione soul di uno dei più influenti musicisti blues T-Bone Walker:

Articoli Correlati