Blogger vs. WordPress.com

Blogger di Google e WordPress.com di Automattic sono sistemi di blogging gratuiti. Blogger, o blogspot.com, offre l'integrazione con altri servizi Google ed è relativamente facile da monetizzare. WordPress.com, sebbene meno completo rispetto alla sua controparte self-hosted, ha funzionalità più avanzate rispetto a Blogger, migliori misure anti-spam e numerose opzioni di aggiornamento. Poiché sono servizi ospitati, entrambi presentano una serie di limitazioni. Blogger ha anche una storia di censura (o considerando la censura) dei suoi utenti, mentre WordPress.com ha fatto di tutto per proteggere i diritti di pubblicazione della sua base di utenti.

Tabella di confronto

Blogger contro grafico comparativo di WordPress.com
Blogger WordPress.com
introduzioneBlogger è un servizio di pubblicazione di blog che consente blog privati ​​o multiutente con voci con data e ora. I blog sono ospitati da Google nel sottodominio blogspot.com a meno che gli utenti non paghino per la registrazione del dominio.WordPress.com è un servizio di blogging che utilizza lo script WordPress open source per alimentare i blog degli utenti. I blog ospitati vengono inseriti in un sottodominio di wordpress.com a meno che gli utenti non paghino per la registrazione del dominio.
Sito webblogger.com//wordpress.com
Developer (s)GoogleAutomattic
Tipo di sitoBlog HostBlog Host
Registrazione al sitoOpzionale, gratuitoNon è richiesto per leggere la maggior parte dei blog. Registrazione gratuita per commenti o blog.
Nome dominio personalizzatoGli utenti devono pagare per i propri nomi di dominio, ma è gratuito aggiungerne uno a un blog.Gli utenti devono pagare per il proprio nome di dominio '' e '' pagare per un piano per aggiungerlo a un blog.
monetazionePermesso. AdSense di Google facile da installare.Non consentito per la maggior parte dei blog. I link di affiliazione sono ammessi. Blog con molto traffico possono richiedere un invito a WordAds.
Temi / DesignIl design può essere personalizzato con temi gratuiti forniti da Blogger o temi premium acquistati fuori sede. Gli utenti possono modificare HTML e CSS.Il design può essere personalizzato con temi gratuiti forniti da WordPress.com o temi premium acquistati tramite WordPress.com. Gli utenti hanno molte opzioni di personalizzazione del tema ma non possono modificare HTML o CSS senza eseguire l'aggiornamento.
Spazio di archiviazioneGli utenti possono creare fino a 100 blog, ognuno dei quali può avere fino a 100 scrittori. Post di blog illimitati. 20 pagine di contenuto statico (ad es., Informazioni sulla pagina). I post / le pagine non possono superare 1 MB di dimensione. Le immagini vengono caricate su Google Drive, che ha un limite di 15 GB.Numero illimitato di blog con un numero illimitato di autori. Il piano gratuito ha 3 GB di spazio per immagini / file. Gli utenti possono aggiornare lo spazio di archiviazione o acquistare un piano generale migliore.
Blog mobileSì. Supporto per Android e iOS.Sì. Supporto per Android, iOS, Blackberry, Windows Phone e Nokia.
Gallerie di immaginiNessun supporto. Gli utenti devono crearli manualmente utilizzando HTML e CSS o utilizzare uno strumento di galleria fuori sede.Ampio supporto per la galleria.
Caricamento video e audioGli utenti possono incorporare video da altri siti, come Vimeo e YouTube, e file audio tramite Soundcloud.Gli utenti possono incorporare video da altri siti, come Vimeo e YouTube. I piani premium consentono agli utenti di caricare direttamente sui server WordPress.com. Supporto per file audio MP3, M4A, WAV e OGG.
OrganizzazioneSupporto per i tag, che Blogger chiama "etichette".Supporto per categorie e tag.
Anti-spamHa funzionalità anti-spam, ma più incline al fallimento. Se lo spam è un problema in corso su un sito di Blogger, gli utenti dovrebbero prendere in considerazione l'utilizzo di un servizio di commento dedicato come Disqus, che prevede ulteriori misure antispam.Automattic possiede Akismet, un popolare script di prevenzione dello spam, che implementa su tutti i blog di WordPress.com. Akismet evita che gran parte dello spam venga mai pubblicato.
analiticaSupportato tramite Google Anayltics.Ha lo strumento "Statistiche". Meno approfondito di Google Analytics, che non può essere aggiunto ai blog di WordPress.com.
pluginNessun supporto.Nessun supporto. La versione self-hosted di WordPress - WordPress.org - ha una vasta libreria di plugin.
PrezziOltre a offrire agli utenti la possibilità di acquistare più spazio di archiviazione per Google Drive, Blogger non ha piani premium. Il servizio è sempre gratuito, ma è anche per sempre limitato alle sue funzionalità predefinite.Varie opzioni: gratuito per Basic; $ 99 / anno per Premium; $ 299 / anno per le imprese.
Self-HostingNessuna. Gli utenti non possono scaricare lo script di Blogger e ospitarlo sul proprio server.Sì. Gli utenti possono scaricare lo script WordPress open-source e ospitarlo sul proprio server.
CensuraCensurato in numerosi paesi. Google è stato conosciuto per rispettare questa censura. Nel 2012, la società ha iniziato a bloccare / censurare determinati contenuti di Blogger su base per PaeseCensurato in numerosi paesi. Automattic, la società proprietaria di WordPress.com, ha combattuto contro la censura in tribunale e non censura i contenuti - compresi i contenuti per adulti - su WordPress.com.

WordPress.com vs. Blogger Features

SEO

L'ottimizzazione di un sito Web per i motori di ricerca è facile su entrambi i servizi, poiché entrambi consentono un controllo quasi completo sul contenuto testuale. Nel fornire risultati di ricerca, Google non favorisce i blog basati su Blogger rispetto ai blog basati su WordPress.com.

Alcuni credono che i blog di Blogger abbiano un aspetto meno professionale rispetto ai blog creati su altri servizi o blog self-hosted. In teoria, ciò potrebbe potenzialmente danneggiare le opportunità SEO, se altri siti Web esitano a collegarsi a un blog ospitato da Blogger e al suo contenuto.

Registrazione nome dominio

Per impostazione predefinita, i siti di Blogger sono su blogspot.com come sottodomini e i siti su WordPress.com sono su wordpress.com come sottodominio. Ciò significa che gli indirizzi dei blog vengono visualizzati come //sitename.blogspot.com o //sitename.wordpress.com, ad esempio.

Gli utenti di entrambi i servizi possono registrare un nome di dominio e collegarlo al proprio blog, mascherando così il sottodominio, che può rendere un blog più professionale. Su Blogger, l'aggiunta di un nome di dominio personalizzato è gratuita al di fuori del costo del dominio. Su WordPress.com, gli utenti devono pagare per il proprio nome di dominio e acquistare un aggiornamento o acquistare un piano generale migliore.

monetazione

Tra i due servizi, Blogger è più facile da monetizzare. AdSense, il sistema di pubblicazione degli annunci di Google, può essere installato sui siti di Blogger con poca seccatura. Su WordPress.com non è consentita alcuna rete pubblicitaria di terze parti, incluso AdSense. I link di affiliazione sono ammessi, tuttavia, e i blog di WordPress.com su un piano a pagamento con un dominio personalizzato possono richiedere un invito a WordAds, la rete pubblicitaria di WordPress.com.

Temi / Design

Clicca per ingrandire. Schermate delle opzioni di modifica del layout e dei temi di base di Blogger (a sinistra) rispetto alle opzioni di modifica del layout e dei temi di base di WordPress.com (a destra).

Sia Blogger che WordPress.com consentono agli utenti di personalizzare il tema o il modello dei loro blog. Blogger offre agli utenti un maggiore controllo, consentendo loro di modificare gratuitamente HTML e CSS di un sito, mentre WordPress.com addebita una tariffa annuale per accedere a tale personalizzazione avanzata.

Chi è alla ricerca di un design prefabbricato gratuito potrebbe trovare WordPress.com la scelta migliore, tuttavia, poiché ha una comunità tematica molto attiva e professionale e oltre un centinaio di design gratuiti tra cui scegliere. Molti di questi design gratuiti consentono ai proprietari dei siti di personalizzare ulteriormente i colori, le immagini di sfondo e altri elementi visivi; la maggior parte ha anche widget che semplificano la personalizzazione di varie parti di un sito Web (ad esempio un elenco di collegamenti preferiti in una barra laterale).

Temi premium sono disponibili per entrambi i servizi. Per Blogger, i proprietari dei siti devono cercare temi acquistabili altrove sul Web. Su WordPress.com, possono acquistare temi direttamente — i design dei temi premium partono da $ 20 — o off-site.

Spazio di archiviazione

Blogger tende a limitare gli utenti limitando il numero di elementi che un utente può avere, mentre WordPress.com offre una chiara limitazione dello spazio di archiviazione per un blog.

Con Blogger, gli utenti possono creare fino a 100 siti di blog separati e ognuno di questi può avere 100 autori di blog e un numero illimitato di post di blog. Agli utenti sono consentite 20 pagine di contenuti (ad es. Una pagina "Informazioni" o "Contatti"). Nessun post o pagina può superare 1 MB di dimensione. C'è una limitazione dello spazio di archiviazione sulle immagini; le immagini vengono caricate su Google Drive, che ha una limitazione di spazio di 15 GB che può essere aggiornata.

Il piano gratuito di WordPress.com non pone limiti al numero di elementi che un blog può avere o al numero di blogger che può scrivere per esso, ma offre solo 3 GB di spazio di archiviazione per immagini e altri file. Gli utenti che necessitano di più spazio possono acquistare un aggiornamento di archiviazione o acquistare un piano generale migliore.

Blog mobile

Sebbene Blogger e WordPress.com supportino entrambi i blog mobili da uno smartphone o un tablet, le app di blog di WordPress.com sono più votate dagli utenti. L'app per iOS di Blogger ha solo un 2, 5/5 nell'App Store di iTunes rispetto all'app per iOS a 3/5 stelle di WordPress.com. Nell'app store di Google Play per Android, l'app per Android di Blogger riceve un 3.7 / 5, mentre l'app per Android di WordPress.com riceve il 4.2 / 5. WordPress.com ha anche app per Blackberry, Windows Phone e Nokia; Blogger non supporta nessuno di questi sistemi operativi per smartphone.

Il blogging mobile con Blogger presenta un'ulteriore limitazione: i caricamenti di foto mobili hanno dimensioni limitate a 250 KB. Al di fuori delle restrizioni generali di spazio di archiviazione per i blogger gratuiti, non esistono restrizioni simili per gli utenti di WordPress.com che stanno bloggando in movimento.

Gallerie di immagini

Mentre entrambi i servizi di blog supportano il caricamento di immagini, Blogger non ha un supporto immediato e predefinito per gallerie di immagini o album. Gli utenti di Blogger possono, tuttavia, incorporare album Google+ pubblici nei loro post sul blog o utilizzare altri servizi, come Flickr, per mostrare un gruppo di immagini in un post o in una pagina. A differenza di Blogger, WordPress.com offre un ampio supporto per la galleria che include strumenti di modifica delle immagini e stile della galleria.

Gli utenti che intendono realizzare un photoblog o un sito Web simile ad immagini pesanti probabilmente troveranno WordPress.com più semplice da usare e dall'aspetto più professionale. Tuttavia, la restrizione dello spazio di archiviazione di 3 GB per gli utenti del piano gratuito implica che probabilmente i photoblogger avranno bisogno di un aggiornamento alla fine.

Caricamento video e audio

I caricamenti di video sono supportati da Blogger e WordPress.com, principalmente attraverso l'uso di servizi esterni. Su Blogger, gli utenti caricano video su YouTube o un sito di condivisione video simile, come Vimeo, e poi pubblicano tali video sui propri blog. Gli utenti di WordPress.com possono fare lo stesso utilizzando un servizio video esterno o caricare direttamente su WordPress.com stesso tramite l'aggiornamento di VideoPress. Ci sono aspetti negativi in ​​questo, tuttavia, poiché i videomaker perdono il pubblico integrato dei siti di video.

Con l'acquisto di un aggiornamento della memoria, WordPress.com consente agli utenti di caricare un'ampia varietà di tipi di file, inclusi i tipi di file musicali MP3, M4A, WAV e OGG. Gli utenti possono anche incorporare il lettore audio di Soundcloud. Blogger non ha un lettore multimediale integrato; l'audio è più facilmente condiviso su Blogger tramite incorporamenti di Soundcloud.

Organizzazione

Per i proprietari di siti che intendono disporre di molti contenuti che devono essere organizzati con cura, WordPress.com offre strumenti organizzativi migliori rispetto a Blogger. Blogger supporta i tag, che chiama etichette, mentre WordPress.com supporta categorie, sottocategorie e tag. WordPress.com ha anche una serie di strumenti per aiutare a mantenere organizzate categorie e tag.

Anti-spam

Automattic possiede Akismet, un popolare script di prevenzione dello spam, che implementa su tutti i blog di WordPress.com. Akismet evita che gran parte dello spam venga mai pubblicato.

Blogger non riesce a riconoscere e sradicare lo spam. Se lo spam è un problema in corso su un sito di Blogger, gli utenti dovrebbero prendere in considerazione l'utilizzo di un servizio di commento dedicato come Disqus, che prevede ulteriori misure antispam.

analitica

Google ha uno strumento di analisi dei siti solido e completo che viene utilizzato da molti siti Web su Internet. Questo strumento, chiamato semplicemente Google Analytics, può essere utilizzato su Blogger per monitorare da dove provengono i visitatori del blog, su cosa fanno clic, per quanto tempo restano, ecc.

Lo strumento di analisi di WordPress.com si chiama Stats. Le statistiche che mostra non sono così approfondite come quelle fornite da Analytics; tuttavia, vengono visualizzate le informazioni più comunemente richieste, il che significa che pochi blogger avranno bisogno o vorranno molto altro. Google Analytics non può assolutamente essere utilizzato sui blog di WordPress.com.

plugin

Come servizi ospitati in remoto, né Blogger né WordPress.com supportano plugin o estensioni di siti Web. I blogger che desiderano un maggiore controllo sull'aspetto evolutivo dei loro siti Web dovrebbero considerare l'hosting autonomo dello script WordPress open source da WordPress.org o l'utilizzo di un altro sistema di blogging o gestione dei contenuti simile sul proprio server che consentirà loro di personalizzarlo per adattarlo i loro bisogni.

Comunità

I blog condivisi pubblicamente sono accessibili alla maggior parte su Internet, ma Blogger e WordPress.com hanno comunità integrate aggiuntive in molti modi. Entrambi hanno funzionalità che consentono ai blogger di iscriversi facilmente ai blog creati sulla stessa piattaforma. Ciò significa che è facile per gli utenti di Blogger trovare e tenere il passo con gli altri utenti di Blogger e che è facile per gli utenti di WordPress.com trovare e tenere il passo con gli altri utenti di WordPress.com. Inoltre, Google consente agli utenti di Blogger di integrare i commenti di Google+ sul proprio sito Web.

Ci sono pro e contro in questo tipo di comunità integrate. I blogger possono potenzialmente creare una comunità molto rapidamente utilizzando entrambi i servizi, ma potrebbe essere una comunità molto insulare.

Prezzi

Oltre a offrire agli utenti la possibilità di acquistare più spazio di archiviazione per Google Drive, Blogger non ha piani premium. Il servizio è sempre gratuito, ma è anche per sempre limitato alle sue funzionalità predefinite, il che significa che un blog con Blogger non è così scalabile come quello ospitato su WordPress.com. Da parte sua, WordPress.com ha tre piani: un piano di base (gratuito), un piano premium per $ 99 / anno e un piano aziendale per $ 299 / anno.

Per le grandi aziende, c'è WordPress.com VIP, che viene utilizzato da artisti del calibro di CNN, NFL, TED e molti altri.

WordPress con hosting automatico

Una grande differenza tra Blogger e WordPress.com è che WordPress.com è una derivazione di WordPress.org, che offre lo script WordPress open source per il download gratuito. Lo script di WordPress, che è ciò che alimenta i blog di WordPress.com, può essere installato ed eseguito sul server personale o sul pacchetto di hosting del proprietario di un blog. Blogger è basato su un codice proprietario, il che significa che non è possibile per gli sviluppatori scaricare lo script Blogger e ospitarlo da soli.

WordPress.com ha funzionalità più intuitive rispetto allo script disponibile da WordPress.org, che è destinato più agli utenti esperti che desiderano sviluppare il proprio sito da zero o ai professionisti che intendono assumere sviluppatori per creare un WordPress basato sito Web per loro. Tuttavia, l'hosting autonomo di un blog WordPress offre molti vantaggi ed è spesso più economico in generale per blog / aziende di piccole e medie dimensioni.

Censura su Blogger

Storicamente, Blogger è stato sia il censore che il censurato. Il servizio è bloccato o è stato bloccato in numerosi paesi, tra cui Iran, Cina continentale, Cuba, Vietnam e altrove. Google ha aderito a questa censura in alcuni casi e, nel 2012, la società ha iniziato a bloccare / censurare determinati contenuti di Blogger su base per Paese.

Nel febbraio 2015, Google ha annunciato che avrebbe vietato tutti i contenuti per adulti su Blogger. A causa del contraccolpo che ne è seguito, Google ha rapidamente invertito la sua decisione.

Automattic, la società proprietaria di WordPress.com, ha combattuto contro la censura in tribunale e non censura i contenuti - compresi i contenuti sessualmente espliciti e maturi - su WordPress.com. Molti degli stessi paesi che censurano i blog su Blogger censurano anche i blog di WordPress.com.

Articoli Correlati