Aztechi contro Maya

Gli Aztechi erano persone di lingua nahuatl che vivevano nel Messico centrale tra il XIV e il XVI secolo. Il loro impero tributo si diffuse in tutta la Mesoamerica. I Maya vivevano nel sud del Messico e nell'America centrale settentrionale - un vasto territorio che comprende l'intera penisola dello Yucatán - già dal 2600 a.C. L'altezza della civiltà era tra il 250 e il 900 d.C.

Tabella di confronto

Grafico comparativo Aztechi contro Maya
Aztechi Maya
Introduzione (da Wikipedia)La Triplice Alleanza Azteca o Impero Azteco (Nahuatl: Ēxcān Tlahtōlōyān) iniziò come un'alleanza di tre città-stato Nahua o "altepeme": Tenochtitlan, Texcoco e Tlacopan. Queste città-stato governavano l'area dentro e intorno alla Valle del Messico.Maya è una civiltà mesoamericana, nota per l'unica lingua scritta completamente sviluppata delle Americhe precolombiane e per la sua arte, architettura e sistemi matematici e astronomici.
Era storicaPrecolombianaPeriodo preclassico
Le lingue)Nahuatl, ancora parlato da circa 1, 5 milioni di persone, principalmente nel Messico centrale.Le lingue Maya sono parlate da almeno 6 milioni di Maya indigeni, principalmente in Guatemala, Messico, Belize e Honduras. Nel 1996, il Guatemala ha riconosciuto formalmente 21 lingue Maya per nome e il Messico ne riconosce altre 8.
ReligioneReligione aztecaReligione Maya
CapitaleTenochtitlanMolte città nel tempo. Una delle principali città Maya fu Chichen Itza, dal 1000 al 1450 d.C.
Oggi parte diMessicoMessico, Guatemala e Belize.
GovernoMonarchiaIl governo era una parte importante della civiltà Maya. I sacerdoti gestivano governi, governavano città, conducevano cerimonie e svolgevano molti altri lavori.

Dove sono vissuti

Gli Aztechi vivevano nel Messico centrale. Spesso "azteco" è usato per riferirsi a persone che vivevano a Tenochtitlan, che ora è Città del Messico, su un'isola nel lago Texcoco, ma può anche riferirsi ai loro alleati, gli Acolhuas di Texcoco e i Tepanecs di Tlacopan.

Il popolo Maya si diffuse dal sud del Messico, fino al Guatemala, al Belize, all'Honduras occidentale e al nord El Salvador.

Una mappa dell'Impero azteco prima della conquista spagnola.

Posizione della civiltà Maya in America centrale e meridionale.

Periodo di tempo

Secondo la leggenda, gli Aztechi videro una visione che diceva loro di stabilirsi su un'isola nel lago Texcoco, cosa che fecero nel 1325 d.C. La città durò fino al 1521 CE.

Gli archeologi hanno scoperto prove che i Maya vivevano in Belize intorno al 2600 a.C. ed è generalmente accettato che esistessero insediamenti intorno al 1800 a.C. La civiltà vide il suo apice tra il 250 e il 900 d.C.

Ascesa e picco della civiltà

L'impero azteco iniziò con un'alleanza tra Tenochtitlan, Texcoco e Tlacopan al fine di sconfiggere Azcapotzalco. Tenochtitlan divenne la città dominante nell'alleanza e il loro impero si diffuse attraverso il commercio e la conquista militare. Ha controllato i suoi stati attraverso l'installazione di sovrani, la costruzione di alleanze matrimoniali e la richiesta di tributi. L'Impero raggiunse la sua massima diffusione nel 1519 d.C., poco prima dell'arrivo degli spagnoli nella zona.

La civiltà Maya esisteva dal 1800 a.C., ma questi insediamenti furono ampiamente abbandonati intorno al 100 d.C. Ci fu una ricostruzione su larga scala tra il 250 e il 900 d.C., noto come periodo classico, quando i Maya costruirono molte città-stato indipendenti, costruirono templi e palazzi, svilupparono un sistema di scrittura geroglifica e svilupparono scambi a lunga distanza con altre culture mesoamericane.

Cause di declino

Hernan Cortes conquistò Tenochtiltan nel 1521, supportato da un gran numero di alleati indigeni. La città fu distrutta. Gli spagnoli quindi fondarono un nuovo insediamento, Città del Messico, sul sito della capitale, e iniziarono a colonizzare l'America Centrale. Il vaiolo è scoppiato nel 1520-21 e ha svolto un ruolo vitale nella caduta della città, con una percentuale compresa tra il 10% e il 50% della popolazione che ha ceduto alla malattia.

Le pianure meridionali Maya andarono in declino nell'VIII e IX secolo e furono abbandonate. Esistono molte teorie per questo declino, tra cui la sovrappopolazione, l'invasione straniera, la rivolta e il crollo delle rotte commerciali. Le città Maya del Nord continuarono a prosperare fino alla conquista spagnola. I conquistatori impiegarono 170 anni per stabilire il controllo di tutti i discendenti dei Maya.

realizzazioni

Gli Aztechi hanno creato un grande impero in tutto il Messico attraverso tributi e scambi commerciali. Hanno costruito molte piramidi, alcune delle quali si trovano ancora oggi.

I Maya avevano l'unica lingua scritta completamente sviluppata nell'America precolombiana. I loro monumenti più importanti sono le piramidi a gradoni e i palazzi costruiti per i sovrani Maya.

Notevoli siti archeologici

Sebbene Tenochtiltan sia stato distrutto, molti siti importanti rimangono nella Valle del Messico. Le rovine del Sindaco Templo furono scavate a Città del Messico nel 1978.

Ci sono molti importanti siti Maya, tra cui Altun Ha, Cancuen, Coba, Copan, Caracol, El Mirador, Naranjo, Tikal e Yaxha. Molti siti di grotte sono importanti anche per l'archeologia Maya, tra cui la grotta Jolja, le grotte di Candelaria e la grotta della strega.

Come sono vissuti

La civiltà azteca fu costruita attorno alla coltivazione del mais. La società era divisa tra "pipiltin" (nobili) e "macehualli" (gente comune), ed era guidata da un imperatore. Anche gli Aztechi avevano schiavi e gli individui potevano diventare schiavi a causa di debiti, come punizione criminale o come prigionieri di guerra. Tutti i bambini sono stati educati fino all'età di 14 anni. La civiltà azteca non aveva animali da tiro o veicoli a ruote, e quindi le strade erano progettate per viaggiare a piedi. Gli Aztechi veneravano Huitzilopochtli, la personificazione del sole e della guerra, e praticavano il sacrificio umano. Secondo un record, 84.400 prigionieri furono sacrificati in quattro giorni per la riconsacrazione del Grande Periodo di Tenochtitlan nel 1487.

I Maya vivevano in genere in regni indipendenti della città, guidati da un re e dalla sua famiglia reale. Mancavano anche animali da tiro, trasporto su ruote e strumenti di metallo. I Maya usavano un sistema di scrittura che combinava simboli fonetici e logogrammi e un sistema di numerazione base 20 e base 5. Hanno usato un calendario di 365 giorni basato sul movimento del sole e hanno creduto in una natura ciclica del tempo e in tre piani: Terra, mondo sotterraneo e cieli sopra. Hanno anche praticato il sacrificio umano.

eredità

La maggior parte dei messicani moderni sono di origine mista azteca ed europea. Una grande quantità di poesia azteca sopravvive, così come è stata raccolta durante la conquista. La raccolta più importante di queste poesie è Romances de los senores de la Nueva Espana. 1, 5 milioni di persone ora parlano la lingua nahuatl, principalmente nelle aree montuose del Messico centrale. Molte aree di Città del Messico mantengono i nomi aztechi originali.

Le lingue Maya sono ancora parlate nelle aree rurali in Messico e Guatemala. Anche le osservazioni astrologiche e il calendario dei Maya hanno ricevuto recentemente molta attenzione, a causa dell'errata convinzione che la fine del calendario Maya prevedesse la fine del mondo nel 2012.

Articoli Correlati