Ayurveda vs. Omeopatia

L'Ayurveda e l' omeopatia sono entrambe forme alternative di medicina. Differiscono nella loro filosofia e modalità di trattamento.

Tabella di confronto

Grafico comparativo Ayurveda contro omeopatia
Ayurveda Omeopatia
Preparazione della medicinaIl trattamento ayurvedico utilizza farmaci vegetali per il consumo interno e l'uso esterno.I rimedi omeopatici utilizzano varie piante, animali, materiali sintetici e sostanze minerali e le medicine vengono preparate diluendo la sostanza in alcool o acqua distillata.
StoriaLe origini dell'Ayurveda sono state trovate nel testo vedico, Atharvaveda.L'omeopatia è stata creata da Samuel Hahnemann alla fine del XVIII secolo.
FilosofiaL'Ayurveda crede nell'equilibrio di tre componenti chiave, il vento, la bile e il catarro nel corpo umano.L'omeopatia crede nella filosofia vitalista.

Differenze nella filosofia

L'Ayurveda generalmente crede nella filosofia secondo cui la salute di un corpo umano dipende dall'equilibrio tra i tre componenti chiave, il vento, la bile e il catarro. Qualsiasi squilibrio in questi tre componenti provoca malattie. Vi sono otto discipline terapeutiche coinvolte nell'Ayurveda. Si tratta di medicina interna, pediatria, chirurgia, psichiatria, tossicologia, prevenzione delle malattie e trattamenti che comportano il miglioramento dell'immunità e della resistenza del corpo e degli afrodisiaci.

L'omeopatia crede nella filosofia "vitalista". Secondo questa convinzione, varie cause esterne ed interne disturbano la "forza vitale" che influisce negativamente sulla salute di una persona. Gli omeopati tengono anche conto dello stato psicologico insieme allo stato fisico della persona. Il metodo di trattamento in Omeopatia segue le "leggi dei simili", il che significa che per liberare una persona da una malattia si deve trattare la persona con farmaci che producono gli stessi sintomi della malattia.

Storia dell'Ayurveda e dell'omeopatia

L'Ayurveda ha le sue radici nell'Induismo ed è stata menzionata nel testo vedico, Atharvaveda. Il primo manoscritto noto dell'Ayurveda risale al IV secolo e fu chiamato Manoscritto Bower.

L'omeopatia è stata creata dal medico tedesco Samuel Hahnemann alla fine del XVIII secolo. La sua ricerca e il suo lavoro sui rimedi furono pubblicati in due libri nel 1805 e nel 1810 (Materia Medica Pura). Durante questo periodo e in seguito, l'omeopatia raggiunse l'apice della popolarità e le persone preferirono questo trattamento rispetto ad altri trattamenti pericolosi disponibili. Questa popolarità non durò a lungo e, a causa delle critiche di altri professionisti e medici, le scuole che insegnavano e sostenevano l'omeopatia si chiusero intorno agli anni '20. Fu rianimato di nuovo durante gli anni '70 in tutto il mondo.

Preparazione della medicina

Il trattamento ayurvedico utilizza farmaci vegetali per il consumo interno e l'uso esterno. Minerali come zolfo, arsenico, rame, piombo, oro e prodotti animali come latte, ossa e calcoli biliari vengono anche aggiunti ai prodotti a base di erbe e usati per il trattamento. Insieme a questo trattamento, l'Ayurveda sottolinea la meditazione, l'esercizio fisico, lo yoga e il massaggio per una vita sana.

I rimedi omeopatici utilizzano varie piante, animali, materiali sintetici e sostanze minerali. I medicinali vengono preparati diluendo la sostanza in alcool o acqua distillata e agitandola vigorosamente (un processo noto come successione) per passare le proprietà della sostanza alla diluizione.

Stato attuale

In India, l'Ayurveda è insegnata e praticata da professionisti. Il Consiglio centrale per la ricerca in Ayurveda e Siddha (CCRAS) è un'istituzione sponsorizzata dallo stato coinvolta nella ricerca e nella promozione di aspetti clinici, letterari e di altro tipo dell'Ayurveda. Esistono diversi istituti di ricerca al di fuori dell'India che sono coinvolti nella promozione di questo flusso di medicina. Anche istituti di Giappone, Australia, Paesi Bassi, Italia, Argentina e Germania sono coinvolti nella collaborazione e nell'insegnamento dell'Ayurveda.

Il Food, Drug and Cosmetic Act del 1938 riconosceva i rimedi omeopatici come droghe. Alla fine degli anni '70, l'omeopatia fece un significativo ritorno e le vendite di alcune compagnie omeopatiche aumentarono di dieci volte. I rimedi omeopatici sono ora conosciuti in tutto il mondo e vengono accettati e integrati nella medicina regolare. Molte farmacie hanno anche iniziato a vendere rimedi omeopatici.

Critiche all'omeopatia e all'ayurveda

Il trattamento ayurvedico è stato criticato dagli scienziati a causa della mancanza di prove sufficienti o di prove cliniche che dimostrano l'efficacia dei farmaci. Inoltre, ci sono preoccupazioni per la sicurezza riguardo all'uso di alcune erbe e minerali e altre sostanze che potrebbero essere tossiche per gli esseri umani.

Alcuni medici hanno descritto l'omeopatia come un modo ingannevole di trattamento. A causa dell'elevata diluizione dei farmaci usati per il trattamento, si sostiene che non vi siano tracce della sostanza originale nella diluizione e quindi la differenza osservata nel paziente è attribuita a un effetto placebo. Sebbene sia un trattamento sicuro senza effetti collaterali osservati nell'uomo, è consigliabile che le persone che optano per questo trattamento siano informate della vera natura della sostanza.

Articoli Correlati