Audit vs. Audit di corrispondenza

Un controllo fiscale è il processo mediante il quale l'IRS o l'autorità fiscale statale indaga la validità di una dichiarazione dei redditi individuale o commerciale. In un audit tradizionale o di esame, l'indagine prevede incontri di persona tra funzionari e contribuenti. Nell'audit di corrispondenza, l'intero processo viene condotto per posta. La maggior parte degli audit fiscali federali sono audit di corrispondenza; solo circa 1 audit fiscale su 4 viene condotto di persona.

Tabella di confronto

Audit contro grafico di confronto Audit corrispondenza
revisione Verifica della corrispondenza
Che cos'è?L'audit è la valutazione di una persona, sistema, organizzazione o prodotto effettuata per determinarne la validità e l'autenticità.La verifica della corrispondenza è la valutazione di un modulo fiscale presentato da una persona, sistema, organizzazione o prodotto effettuata per determinarne la validità e l'autenticità.
ScopoPer garantire che le informazioni comunicate siano accurate in base alla normativa fiscalePer garantire che le informazioni comunicate siano accurate in base alla normativa fiscale
SelezioneSi verifica se i programmi per computer rilevano irregolarità nel modulo, se vi è un numero insolito di detrazioni o se selezionato casualmente.Si verifica se il ritorno contiene una o due discrepanze specifiche con altri moduli o se selezionato casualmente.
ProcessiIl contribuente incontra il revisore dei conti a casa, nel luogo di lavoro o in un ufficio IRS. Coinvolge interviste, revisione di registri, potenzialmente interviste con terze parti correlate.Il contribuente ha inviato un avviso con lettera 566 o CP 2000 e restituisce i documenti richiesti per posta.
RisultatoIl revisore dei conti spiega i risultati e riferisce in dettaglio. Può essere accettato o impugnato.Il revisore dei conti spiega i risultati e riferisce in dettaglio. Può essere accettato o impugnato.
I contribuenti selezionati ogni annoCirca. 0, 25%Circa. 0, 75%

Chi viene selezionato per un audit?

I candidati ai controlli fiscali, di persona o di corrispondenza, vengono selezionati allo stesso modo: la selezione è casuale o un programma informatico rileva un'irregolarità nella dichiarazione dei redditi. I contribuenti possono anche essere selezionati per un controllo d'esame se le autorità fiscali ricevono suggerimenti da informatori che sostengono illeciti o evasioni fiscali.

Probabilità di selezione

In generale, meno dell'1% di tutte le dichiarazioni fiscali è selezionato per l'esame ogni anno. Questa percentuale varia a seconda del reddito, con una maggiore probabilità per le persone con redditi più elevati. Di tutte le persone o aziende selezionate per essere controllate, il 25% è sottoposto a un audit tradizionale o di esame, mentre il 75% è sottoposto a un audit di corrispondenza.

Processo di verifica fiscale

In un controllo fiscale di persona, un revisore dei conti incontrerà il contribuente più volte a casa, nel suo ufficio o in un ufficio IRS. Esamineranno i registri, come i verbali delle riunioni aziendali e i rapporti fiscali per diversi anni, e potranno intervistare sia il contribuente che altri soggetti.

Nell'audit di corrispondenza, il contribuente riceve per posta la lettera 566 o un avviso CP 2000. La lettera 566 comunica al contribuente che sono stati selezionati per l'esame ed elenca i documenti necessari per verificare il reso. Il contribuente può restituire copie di questi documenti tramite posta. La comunicazione CP 2000 propone modifiche alla dichiarazione dei redditi, sulla base delle informazioni ricevute da terzi. Il contribuente può concordare con la modifica modificata o inviare documentazione aggiuntiva per dimostrare che la sua dichiarazione iniziale era corretta.

Ecco alcuni buoni video informativi che spiegano il processo di Audit e Audit di corrispondenza:

Risultato dell'audit

Dopo un audit di esame di persona, il revisore spiega i risultati e riferisce in dettaglio al contribuente. In una verifica della corrispondenza, il contribuente riceve un rapporto per posta. In entrambi i casi, il contribuente può accettare la decisione o presentare un ricorso.

Articoli Correlati