Tasso percentuale annuo vs. rendimento percentuale annuo

L'APR ( tasso percentuale annuale) e l'APY ( rendimento percentuale annuo) sono entrambi correlati al tasso di interesse effettivo nelle transazioni finanziarie.

Il tasso di interesse è il costo del prestito di denaro, ma spesso le transazioni finanziarie sono complesse e il tasso di interesse non dipinge il quadro completo. Un APY o APR è un modo migliore per confrontare le transazioni e questo articolo spiegherà come.

Tabella di confronto

Tasso percentuale annuo rispetto al grafico di confronto del rendimento percentuale annuo
Tasso percentuale annuale Rendimento percentuale annuo
DefinizioneIl tasso percentuale annuale (APR) è un'espressione del tasso di interesse effettivo che il mutuatario pagherà su un prestito, tenendo conto delle commissioni una tantum e standardizzando il modo in cui il tasso è espresso.Il rendimento percentuale annuo (APY) esprime un tasso di interesse annuo che tiene conto dell'effetto del compounding, generalmente per i depositi o i prodotti di investimento.
Costi di transazioneI costi e le commissioni di transazione sono presi in considerazione nel calcolo dell'APR.APY non tiene conto dei costi di transazione.

Che cos'è l'APR?

APR è l'acronimo di Percentuale percentuale annuale. È il tasso di interesse effettivo pagato da un mutuatario, che è spesso diverso dal tasso di interesse nominale. Per i prestiti di grandi dimensioni come un mutuo, il creditore addebita al mutuatario commissioni aggiuntive che si aggiungono al tasso di interesse. Se si considera l'incidenza finanziaria di tutte queste commissioni, il costo effettivo dell'indebitamento è molto più elevato del tasso di interesse sul prestito. Questo costo effettivo del prestito - o il tasso di interesse - è chiamato tasso percentuale annuale.

Perché usare APR?

L'APR offre un modo migliore per fare un confronto da mele a mele tra le offerte di prestiti di diversi istituti di credito. Ad esempio, il prestatore A può offrire un tasso di interesse del 3% ma addebitare una commissione di originazione dell'1% per un mutuo, mentre il prestatore B può offrire un tasso di interesse del 3, 1% senza addebitare alcuna commissione di origine. In tale scenario, l'APR per il prestatore A sarà superiore al prestatore B, quindi il consumatore sarebbe saggio scegliere il prestatore B anche se il tasso di interesse è più elevato.

Che cos'è APY?

APY viene utilizzato quando il consumatore presta denaro a una banca, ad esempio effettua un deposito come un CD o un conto di risparmio. Il deposito matura interessi al tasso di interesse offerto dalla banca. Tuttavia, la frequenza di composizione potrebbe essere diversa o potrebbero esserci altri fattori che incidono sul rendimento effettivo dell'investimento. Pertanto, il tasso di interesse potrebbe non essere la migliore metrica da utilizzare per confrontare diverse opzioni di investimento. Immettere il rendimento percentuale annuo o APY. L'APY è il rendimento effettivo dell'investimento su base annuale, supponendo che tutti gli interessi / dividendi guadagnati vengano reinvestiti. Quando si confrontano i conti di risparmio o del mercato monetario di due istituti finanziari, utilizzare l'APY offerto per scegliere dove investire.

APR vs. APY: video che spiega la differenza

Articoli Correlati