ADD vs. ADHD

ADD (Attention Deficit Disorder) è uno dei tre tipi di ADHD (Attention-Deficit Hyperactivity Disorder), un disturbo dello sviluppo neurocomportamentale caratterizzato principalmente da "la coesistenza di problemi attenzionali e iperattività, con ogni comportamento che si verificano raramente da solo" e sintomi che iniziano prima sette anni.

Mentre il termine ADD è ancora usato dai laici, è stato formalmente cambiato in ADHD prevalentemente disattento (ADHD-PI o ADHD-I) nel 1994 con la pubblicazione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quarta edizione (DSM-IV). Gli altri due tipi di ADHD sono ADHD prevalentemente iperattivo-impulsivo e ADHD combinato iperattivo-impulsivo e disattento .

Tabella di confronto

AGGIUNGI rispetto alla tabella di confronto ADHD
INSERISCI ADHD
Classificazione medicaDisturbo da deficit di attenzione e iperattività, tipo distratto (ADHD-I). ADD non è una diagnosi medica o psicologica.L'ADHD è di 3 tipi, ADHD-I (precedentemente ADD); ADHD, prevalentemente iperattivo-impulsivo; e ADHD,, Tipo combinato: distratto e iperattivo / impulsivo
Rapporto maschio-femmina2: 14: 1
SintomiAvere problemi a prestare attenzione, terminare le attività o seguire le istruzioni, sono distratti; apparire smemorato, disinteressato e disorganizzato; e spesso perde cose.Potrebbe o non mostrare significativi problemi di attenzione, apparire irrequieto, irrequieto, iperattivo e impulsivo. "Agiscono prima di pensare" e spesso "parlano prima di pensare" sfocando e interrompendo gli altri.
ComportamentoLenta e lenta nel rispondere e elaborare le informazioni, ha difficoltà a setacciare informazioni pertinenti e irrilevanti. Sogno di un giorno e può essere timido o ritirato. Questa attività è coerente e non solo in una determinata impostazione.Le persone con questi comportamenti iperattivi / impulsivi possono giocare e interagire ad alta voce. Hanno difficoltà a rimanere al loro posto, parlano eccessivamente e hanno difficoltà ad aspettare i turni. Potrebbero sembrare perennemente "in movimento".
Sta perDisturbo dell'attenzioneSindrome da deficit di attenzione e iperattività

Patologia

Le scansioni PET mostrano che i pazienti con ADHD avevano livelli più bassi di trasportatori di dopamina nel nucleo accumbens, una parte del centro di ricompensa del cervello, rispetto ai soggetti di controllo.

L'ADHD è un disturbo dello sviluppo in cui alcuni tratti come il controllo degli impulsi sono in ritardo nello sviluppo. Utilizzando l'imaging a risonanza magnetica della corteccia prefrontale, questo ritardo dello sviluppo è stato stimato tra 3 e 5 anni.

Il ritardo è evidente nella corteccia frontale e nel lobo temporale, che si ritiene siano responsabili della capacità di controllare e focalizzare il pensiero. Al contrario, la corteccia motoria nei pazienti con ADHD è stata vista maturare più velocemente del normale, suggerendo che potrebbero essere necessari sia uno sviluppo più lento del controllo comportamentale sia uno sviluppo motorio avanzato per il comportamento irrequieto che caratterizza l'ADHD.

Sintomi e diagnosi

L'American Medical Association ha concluso nel 1998 che i criteri diagnostici per l'ADHD si basano su ricerche approfondite e, se applicati in modo appropriato, portano alla diagnosi con elevata affidabilità.

I criteri DSM-IV sono elencati di seguito:

Sei o più dei seguenti segni di disattenzione sono presenti da almeno 6 mesi a un livello dirompente e inappropriato a livello di sviluppo:

Disattenzione :

  1. Spesso non presta molta attenzione ai dettagli o commette errori negligenti nei compiti scolastici, nel lavoro o in altre attività.
  2. Spesso ha difficoltà a mantenere l'attenzione su compiti o attività di gioco.
  3. Spesso non sembra ascoltare quando si parla direttamente.
  4. Spesso non segue le istruzioni e non riesce a portare a termine compiti scolastici, faccende o doveri sul posto di lavoro (non a causa di comportamenti contrari o mancata comprensione delle istruzioni).
  5. Spesso ha problemi a organizzare le attività.
  6. Spesso evita, non piace o non vuole fare cose che richiedono molto sforzo mentale per un lungo periodo di tempo (come i compiti a scuola o i compiti).
  7. Spesso perde le cose necessarie per compiti e attività (come giocattoli, compiti scolastici, matite, libri o strumenti).
  8. È spesso facilmente distratto.
  9. Spesso smemorato nelle attività quotidiane.

Sei o più dei seguenti segni di iperattività-impulsività sono stati presenti per almeno 6 mesi in misura dirompente e inappropriata per il livello dello sviluppo:

Iperattività:

  1. Spesso si agita con le mani o i piedi o si contorce sul sedile.
  2. Spesso si alza dal sedile quando si prevede di rimanere al suo posto.
  3. Spesso corre o si arrampica quando e dove non è appropriato (adolescenti o adulti possono sentirsi molto irrequieti).
  4. Spesso ha difficoltà a giocare o a godersi le attività del tempo libero in silenzio.
  5. È spesso "in movimento" o spesso agisce come se "guidato da un motore".
  6. Spesso parla eccessivamente.

Impulsivo:

  1. Spesso confonde le risposte prima che le domande siano terminate.
  2. Spesso ha difficoltà ad aspettare il proprio turno.
  3. Spesso interrompe o si intromette in altri (esempio: conversazioni o giochi).

II. Alcuni segni che causano menomazione erano presenti prima dei 7 anni.

III. Qualche compromissione dei segni è presente in due o più contesti (come a scuola / al lavoro ea casa).

IV. Devono esserci chiare prove di una significativa compromissione del funzionamento sociale, scolastico o lavorativo.

V. I segni non si verificano solo nel corso di un Disturbo Pervasivo dello Sviluppo, Schizofrenia o altri Disturbi Psicotici. I segni non sono dovuti a qualche altro disturbo mentale (come disturbo dell'umore, disturbo d'ansia, disturbo dissociativo dell'identità o disturbo della personalità).

Prevalenza

L'ADHD è il disturbo psichiatrico più comunemente studiato e diagnosticato nei bambini, che colpisce circa il 3% -5% dei bambini a livello globale e diagnosticato in circa il 2% -16% dei bambini in età scolare. Si stima che il 5% degli adulti americani viva con ADHD.

Negli Stati Uniti, la prevalenza dell'ADHD varia sostanzialmente da uno stato all'altro, da un minimo inferiore al 5% in Nevada a massimi superiori all'11, 1% in stati come il Tennessee e la Louisiana.

Per genere

L'ADHD si verifica da due a quattro volte più comunemente nei maschi rispetto alle femmine (rapporto maschio-femmina 4: 1 per il tipo prevalentemente iperattivo rispetto a 2: 1 per il tipo prevalentemente disattento). Negli Stati Uniti, ai ragazzi (13, 2%) è più probabile che alle ragazze (5, 6%) sia stata diagnosticata l'ADHD.

Per età

Il tipo disattento dell'ADHD è di natura sottile, probabilmente si manifesta all'età di circa 8-9 anni, mentre l'ADHD è prevalentemente di tipo iperattivo, impulsivo e combinato di solito evidente a 5 anni e presenta picchi di gravità tra 7 e 8 anni.

Negli Stati Uniti

Uno studio CDC sui problemi di salute dei bambini, condotto da febbraio 2011 a giugno 2012, i cui risultati sono stati pubblicati nell'aprile 2013, hanno rivelato che, sebbene storicamente l'ADHD colpisse il 3-7% dei bambini, i tassi sono molto più elevati ora.

Il quindici percento dei ragazzi in età scolare ha ricevuto una diagnosi di ADHD, i dati hanno mostrato; il tasso per le ragazze era del 7 percento. Le diagnosi tra quelle delle scuole superiori - dai 14 ai 17 anni - erano particolarmente alte, il 10 percento per le ragazze e il 19 percento per i ragazzi. Circa uno su 10 ragazzi delle scuole superiori attualmente assume farmaci per l'ADHD, i dati hanno mostrato. Le cifre hanno mostrato che circa 6, 4 milioni di bambini dai 4 ai 17 anni avevano ricevuto una diagnosi di ADHD ad un certo punto della loro vita, un aumento del 16% dal 2007 e un aumento del 53% negli ultimi dieci anni. Circa due terzi di quelli con una diagnosi attuale ricevono prescrizioni per stimolanti come il Ritalin o l'Adderall, che possono migliorare drasticamente la vita di quelli con ADHD ma possono anche portare a dipendenza, ansia e occasionalmente psicosi.

Prognosi medica

I bambini con diagnosi di ADHD hanno notevoli difficoltà nell'adolescenza. È probabile che le persone colpite sviluppino meccanismi di coping mentre maturano. L'ADHD persiste nell'età adulta in circa il 30-50% dei casi.

Il tipo disattento dell'ADHD influisce sullo sviluppo cognitivo e rimane per tutta la vita. Con la maturazione, questi comportamenti diminuiscono progressivamente e spesso sono stati "superati" dall'adolescenza. Tuttavia, le problematiche legate all'impulso rimangono valide fino all'età adulta.

ADHD per adulti

Si dice che un buon 4% - 5% degli adulti negli Stati Uniti (cioè 8 milioni di adulti) abbia l'ADHD. L'ADHD per adulti può essere la continuazione dell'ADHD infantile. Anche se l'ADHD colpisce i ragazzi a un tasso più elevato rispetto alle ragazze durante l'infanzia, questo rapporto sembra uniformarsi nell'età adulta.

Gli adulti con ADHD possono avere difficoltà a concentrarsi, mantenersi organizzati, seguire le indicazioni, ricordare informazioni o completare il lavoro entro i termini previsti. Se queste difficoltà non vengono gestite in modo appropriato, possono causare problemi comportamentali, emotivi, sociali e professionali associati.

Gli adulti con ADHD hanno maggiori probabilità di avere scarsi risultati e cambiare frequentemente i datori di lavoro, avere meno soddisfazione sul lavoro e meno risultati professionali.

Trattamento

L'ADHD non può essere completamente guarito, ma molti dei sintomi che interferiscono con il funzionamento e causano angoscia possono essere controllati con una combinazione di farmaci (Concerta, Ritalin, Adderall e Vyvanse, tra gli altri) e terapia psicosociale. Aiuti organizzativi come calendari, pianificatori, gestori di attività e timer sono altri modi per aiutare le persone con ADHD a funzionare meglio.

Opinioni e controversie

Le opinioni sull'ADHD vanno dal non credere affatto che esistano - al credere che ci siano basi genetiche e fisiologiche per la condizione. La maggior parte degli operatori sanitari accetta che l'ADHD sia un vero disordine con un dibattito nella comunità scientifica incentrato principalmente sul modo in cui viene diagnosticato e trattato.

È prescritta una combinazione di terapia e farmaci. Gli stimolanti come l'anfetamina sostituita a catena sono comunemente prescritti farmaci per l'ADHD. Sebbene "sotto controllo medico, i farmaci stimolanti siano considerati sicuri", l'uso di farmaci stimolanti per il trattamento dell'ADHD ha generato polemiche a causa di effetti collaterali indesiderati, effetti incerti a lungo termine e problemi sociali ed etici riguardanti il ​​loro uso e la loro dispensazione.

Articoli Correlati